School of Dub: incontro/intervista con Oxman

22 06 2011

Sabato 11 giugno Pisa ha avuto il piacere di ospitare Oxman, una persona di rilievo della scena reggae inglese (Dub Vendor, Soul Jazz Records): nel pomeriggio ha incontrato appassionati e addetti ai lavori al Sanantonio42, e dopo cena ha fatto danzare la città al Cantiere San Bernardo.

photo by www.albertomartini.com

La chiaccherata amichevole, visto il luogo e l’introduzione del padrone di casa, è partita col tema dei negozi di musica indipendenti e di un formato fondamentale e ancora in evoluzione, il vinile. Oxman ci racconta delle origini di Dub Vendor, uno dei protagonisti culturali per la musica in levare a Londra e nel Regno Unito. Fondato poco più di trenta anni fa da John MacGillivray, all’inizio il business consisteva in degli ordini postali, e coinvolgeva un raggio limitato di amici-clienti. Da casa propria, John sposto l’attività ad una bancarella, sempre a Clapham. In quegli anni la radio non era di grande aiuto per la Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Intervista a Kavemura

2 06 2009

Lanozionedeltempo è felice di condividere con voi un’intervista al bravo Kavemura, produttore e dj italiano con diversi dischi all’attivo. Qualche mese fa è uscito il suo ultimo disco, “28”, in vendita su iTunes e amazon.com , e il mese scorso ha rilasciato “May”, beat-tape in free download come il precedente “Overlook”, uscito poco dopo “28”. Trovate tutti i link ufficiali e la discografia a fine articolo, intanto buona lettura!

kavemura1

 

Ciao Kavemura, alcuni lettori di LNDT ti conosceranno fin dai primi demo, mentre per altri potresti essere una piacevole rivelazione. Ti va di presentarti?

Certo. Sono un produttore e dj italiano, che cerca di evocare delle sensazioni e fotografare dei momenti attraverso la sua musica. Un incrociatore di generi al quale le etichette vanno strette. Un profondo amante della musica in tutte le sue tinte e sfumature.

Io rientro tra quelli che ogni tanto riascoltano “Senza Siesta”, “Virus”, “30020”, “Homeworx”, “2024”… Il tuo percorso musicale si è evoluto, non ci sono dubbi; senti che siano cambiati degli equilibri nel tuo fare musica, ad esempio nel rapporto tra sperimentazione e stile? Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: