Perdita di suono dei pedali della Roland HD-1: una soluzione semplice ed efficace

5 05 2010

Probabilmente è successo a tanti; situazione tipica: la cassa diventa sempre più dura da suonare e perde i colpi. Ed è un bello spavento, anche perché è più probabile che capiti dopo molte ore di utilizzo, magari a garanzia scaduta.

Allora si passano in rassegna i workaround più stupidi (aumentare la sensibilità dei trigger della batteria, oppure suonare solo a tallone sollevato) e le soluzioni più faticose e dispendiose (la mando in assistenza? chissà qual’è il centro più vicino… ordino i pezzi, ma se non è un problema meccanico? bisognerà cambiare il trigger e intervenire sulla parte elettronica?). Ma per fortuna c’è una via indolore, facile e persino economica (costo inferiore ai 10 euro).

Innanzitutto Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Consigli vari per cercatori di vinili in erba

10 07 2009

foto di fabio

foto di fabio

Se hai recuperato un giradischi di famiglia, il tuo sogno è mixare dischi oppure sei cosciente che molte gemme non sono mai state stampate su cd, sicuramente ti sarà passato più volte per la testa il pensiero di iniziare a prendere dei vinili. È successo anche a me diversi anni fa, e ricordo ancora il disorientamento iniziale.

È bene farsi un’idea di quello che ci aspetta, ad esempio valutare le spese anche in relazione al costo del setup per l’ascolto/suonare che desideriamo, ma il mio consiglio col senno di poi (come quello di tanti altri) è quello di buttarsi in questo meraviglioso mondo.

Faccio subito una dovuta premessa: questo articolo riguarda principalmente gli acquisti fatti di persona. Non ho tanta esperienza negli acquisti virtuali (negozi online, trattative a distanza, ecc.) e non ho la necessità di comprare singoli aggiornati da suonare, quindi se volete collaborare (tramite commenti o nuovi articoli), siete come sempre preziosissimi.

Cominciamo subito con una generalizzazione (che ovviamente ha valore indicativo): il costo medio di un disco in vinile. Naturalmente le variabili in Leggi il seguito di questo post »





Korg km-202 : innovazione creativa

18 06 2009

DSCN0192

A grande richiesta, di amici, affezionati di LNDT e addetti ai lavori mi appresto a presentarvi uno dei mixer che la Korg (http://www.korg.com/) ha sfornato un pò di mesi fa. Vi scrivo perché , appena trovato il suo spazio nella mia consolle, ha stupito piacevolmente gli ascoltatori dei miei mixaggi e screcciate ! Naturalmente io per primo sono rimasto soddisfatto dell’ oggetto che mi son portato a casa con  360 € , un cifra abbordabile se si pensa ai più performanti mixer sia da club che da scratch. Subito appena fuori dalla scatola si puo’ apprezzare l’ ottima qualità di costruzione e il design accattivante della carrozzeria esterna, che la Korg ha voluto rifinire con un bel bianco lucido (sembra un iPoddone !), con rifiniture in grigio e verde acido. Al centro veniamo subito colpiti da uno strano strumento, una specie di schermo che si rivelerà un touch-pad Leggi il seguito di questo post »





Roland HD-1 – come iniziare a suonare la batteria in appartamento

7 12 2008

Vorresti suonare la batteria? I tuoi vicini non desidererebbero la stessa cosa? Hai mai pensato di acquistarne una elettronica? No? Nemmeno io, inizialmente. E’ bene fare subito le dovute premesse: quella che segue non è una vera e propria guida o how to, è più che altro una sorta di recensione da parte di un ragazzo che ha sempre desiderato imparare a suonare la batteria, l’anno scorso ha preso qualche lezione, Leggi il seguito di questo post »





Appunti per il crate digging a Londra

23 07 2008

photo by sicknessinit

photo by fabio

Non riuscite a stare qualche mese senza immergervi tra album e singoli? Siete soliti ispezionare intere sezioni di negozi di dischi? Avete un bel rapporto con diversi negozianti di dischi competenti? Trovate piacevole sentire la polvere sulle dita mentre sfogliate dischi su dischi? Rientrate a casa e fate suonare i nuovi acquisti ancora prima di liberarvi degli strati di polvere sulle mani? Siete capitati nel manicomio giusto!

Quello che segue e’ un piccolo how to al crate digging in London; essendo frutto di due soli viaggi, e nemmeno interamente dedicati alla musica, e’ da considerarsi piu’ come una raccolta di osservazioni/appunti di viaggio, per la quale il vostro apporto [tramite commenti o nuovi articoli sul blog] e’ piu’ che benvenuto!

Innanzitutto occorre dire che il prezzo dei dischi [e anche di altri prodotti] e’ mediamente molto piu’ sensato ed onesto a Londra che in Italia; va anche detto pero’ Leggi il seguito di questo post »





Come mixare con CDJ o Giradischi : piccola guida sul cosidetto “beatmixing”

17 07 2008

Eccomi di nuovo qua per continuare l’amichevole chiaccherata iniziata qualche articolo più in basso! A grande richiesta tento di consigliare, con l’ausilio della mia esperienza, tutti quelli che erano interessati ad imparare a mixare sia con i CDJ che con i Giradischi. Come abbiamo detto in precedenza la tecnica chiamata “mixaggio” o più precisamente beatmixing , consiste nel concatenare una serie di tracce per formare una lunga sessione sensa pause o silenzio. Il termine “beatmixing” sta a significare proprio la sovrapposizione del beat , ovvero delle battute ritmiche delle 2 o più tracce che abilmente stiamo mescolando assieme. In seguito quando avremo preso una certa confidenza con la tecnica riusciremo magari a sovrappore anche spezzoni vocali o altri suoni ma per adesso concentriamoci sulla tecnica principale.

Stavamo parlando appunto di battute, cioe’ la ripetizione di un certo spezzone ritmico (pattern) di casse, rullanti eccetera che fa da scheletro delle nostre amate canzoni dance (il classico tunz tunz di house e affini o il tum tum cha’ del ritmo spezzato di hip hop,funk…) . La prima difficoltà che ci troviamo di fronte quando dobbiamo concatenare 2 tracce è quella di escogitare il modo di passare da una canzone all’altra senza avvertire la differenza di ritmo, come se le 2 canzoni sfumassero l’una dentro l’altra evitando quasi di far accorgere il pubblico di questo passaggio. In poche parole dobbiamo mettere a tempo la traccia che vogliamo far seguire quella che intanto sta suonando. Per fare questo abbiamo bisogno dei nostri CDJ professionali o dei Giradischi, che devono necessariamente avere il pitch control (regolazione del tempo). Supponiamo che avete già montato l’occorente e state iniziando a suonare, quindi Leggi il seguito di questo post »





Nicotine Plus – ovvero come reperire anche la musica più impensabile [client Soulseek]

15 07 2008

Nicotine+ e’ un’applicazione che utilizza il protocollo soulseek e integra diverse funzioni in piu’ rispetto al software originario [per l’appunto, soulseek]. Inoltre e’ software libero [licenza GPL], cosa altrettanto importante e positiva. E’ disponibile anche in italiano e gira su Linux e Windows [soulseek invece e’ disponibile solo per windows].

Nicotine+ , a differenza di altri strumenti e network per il download, e’ interamente imperniato sulla comunita’, e questo -sia concettualmente che nei risvolti pratici- e’ il suo piu’ grande pregio. Innanzitutto gli utenti hanno musica mediamente molto interessante e in molti casi difficile da reperire tramite altre vie; in secondo luogo si tratta di un programma di chat e file sharing [prevalentemente di musica]: appena apriamo il programma ci troviamo una lista di stanze divise principalmente per generi musicali [e’ possibile anche crearne di nuove]. Dalla musica indipendente all’hip hop underground, dal jazz alla drum ‘n bass, dalla IDM alla musica giapponese, e molte altre Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: