No alla tessera del DJ! 14/10/2010

13 10 2010

DJ di tutti i generi musicali e regioni d’Italia uniamoci! Switch creative social network lancia un appuntamento per giovedì 14 ottobre 2010 a Firenze (piazza Santa Maria Novella h 17:00, piazza San Lorenzo h 21:00), nell’ambito della manifestazione “D! – Incursioni artistiche alla riscoperta di spazi urbani di partecipazione” per protestare contro l’adozione della famigerata tessera del dj. “Ma che cos’è questa tessera?” direte voi… Bene, cerchiamo di fare chiarezza nelle prossime righe.

Il 3 dicembre 2009 la SIAE e Leggi il seguito di questo post »





la nozione del mix

30 06 2010


Ben trovati in questa rubrica de “La nozione del tempo” , una rubrica un po’ particolare !
Si perchè  questo articolo, a differenza degli altri lo fate voi che lo leggete !

Adesso vi chiederete come… presto fatto !

Con “la nozione del mix” si vuole tenere traccia dei dj-set, live-set e in generale dei mixtapes di tutti quegli appassionati di musica che oltre ad ascoltarla, la producono attivamente. Dunque è rivolto a tutti i Dj,  producer e selezionatori, con qualsiasi strumento a loro disposizione.

Vogliamo creare una comunità che girando attorno a LNDT possa trovare uno spazio per proporre le proprie performances e confrontarsi con gli altri, scambiando opinioni, playlist, facendo conoscere agli altri nuovi pezzi, o riportandone alla luce di vecchi, proponendo nuove tecniche, nuove strumentazioni e promuovendo generi musicali poco conosciuti. Insomma questo spazio vuole essere al 100% creativo e collaborativo. Del resto la collaborazione è la firma di questo nostro amato blog.

La rubrica crescerà in base agli articoli che verranno pubblicati e di seguito lo staff del sito e i lettori
potranno chiedere spiegazioni, dare consigli, replicare ecc.

Adesso però  passiamo alle regole, necessarie per mantenere la rubrica il più  possibile “user friendly” ed evitare problemi ed incongruenze.

Pochi sono i passaggi di cui tenere conto.

Prima di tutti il buon senso. Non siamo qui per stabilire chi sia il più o meno bravo nel produrre musica ma si spera che ognuno di noi ammetta le proprie capacità. Quindi anche per una questione di correttezza e serietà verso gli altri, dovete inviare materiale finito e di qualità audio accettabile.

E’ obbligatorio inviare le registrazioni all’indirizzo di posta elettronica djdarius.lanozionedeltempo@gmail.com o lasciando un commento a questo articolo, accompagnate da un titolo e dall’ autore, dai generi e eventuali sottogeneri musicali, dalla data di registrazione e dagli strumenti utilizzati per registrare il tutto.

E’ obbligatorio fare una descrizione del lavoro, ognuno poi si sentirà libero di scrivere quanto e cosa  ritiene opportuno, sempre nei limiti del buon senso. Quindi vi esortiamo a raccontare il perchè del vostro lavoro, l’idea che c’è dietro, gli artisti a cui vi siete ispirati, dove avete reperito i dischi, insomma quello che vi viene in mente.

Si consiglia, ma non è obbligatorio, di farci pervenire una foto da inserire in ogni articolo (max 350px per il lato più piccolo), perchè una buona immagine è indubbiamente un buon biglietto da visita per ognuno di noi e da a chi legge un primo assaggio di ciò che stiamo per ascoltare.

Sarà  possibile dunque ascoltare sulle pagine de “la nozione del tempo” le vostre registrazioni in streaming e, a seconda del servizio che utilizzate (ne parliamo tra poche righe) scaricarle sempre direttamente dal sito.

Dovete utilizzare servizi di streaming audio o video come : Soundcloud, Podomatic o altri podcast, Youtube ecc.

Non verrano accettati i lavori proposti tramite servizi di hosting o “one click hosting” come: Rapishare, Megaupload, Badongo e simili.

Il sito de “la nozione del tempo” non fornirà a nessun utente alcun tipo di hosting o spazio web al fine di memorizzare i lavori.
Si deve obbligatoriamente utilizzare servizi di streaming audio per questioni legali, di sicurezza, semplicità e immediatezza del servizio.

I nostri lettori saranno dunque anche ascoltatori, commenterranno e faranno domande su cio che ritengono opportuno.

Spero dunque di avervi stuzzicato abbastanza !
In conclusione: pubblicate, pubblicate pubblicate !





Come mixare con CDJ o Giradischi : piccola guida sul cosidetto “beatmixing”

17 07 2008

Eccomi di nuovo qua per continuare l’amichevole chiaccherata iniziata qualche articolo più in basso! A grande richiesta tento di consigliare, con l’ausilio della mia esperienza, tutti quelli che erano interessati ad imparare a mixare sia con i CDJ che con i Giradischi. Come abbiamo detto in precedenza la tecnica chiamata “mixaggio” o più precisamente beatmixing , consiste nel concatenare una serie di tracce per formare una lunga sessione sensa pause o silenzio. Il termine “beatmixing” sta a significare proprio la sovrapposizione del beat , ovvero delle battute ritmiche delle 2 o più tracce che abilmente stiamo mescolando assieme. In seguito quando avremo preso una certa confidenza con la tecnica riusciremo magari a sovrappore anche spezzoni vocali o altri suoni ma per adesso concentriamoci sulla tecnica principale.

Stavamo parlando appunto di battute, cioe’ la ripetizione di un certo spezzone ritmico (pattern) di casse, rullanti eccetera che fa da scheletro delle nostre amate canzoni dance (il classico tunz tunz di house e affini o il tum tum cha’ del ritmo spezzato di hip hop,funk…) . La prima difficoltà che ci troviamo di fronte quando dobbiamo concatenare 2 tracce è quella di escogitare il modo di passare da una canzone all’altra senza avvertire la differenza di ritmo, come se le 2 canzoni sfumassero l’una dentro l’altra evitando quasi di far accorgere il pubblico di questo passaggio. In poche parole dobbiamo mettere a tempo la traccia che vogliamo far seguire quella che intanto sta suonando. Per fare questo abbiamo bisogno dei nostri CDJ professionali o dei Giradischi, che devono necessariamente avere il pitch control (regolazione del tempo). Supponiamo che avete già montato l’occorente e state iniziando a suonare, quindi Leggi il seguito di questo post »





Come diventare un Dj : piccola guida dettata da un po’ di esperienza

10 07 2008

Quando ho iniziato a mixare nel 2005 non c’era nessuno che mi indirizzasse su cosa fare o cosa comprare , quindi sono sicuro che qualche amichevole consiglio sarà d’aiuto a chi si sta avvicinando a questa favolosa passione ! Di guide e “How to” ce ne saranno sicuramente altre in giro per il Web, ma come ho gia detto in precedenza, questa guida vuole simulare una chiaccherata tra un appassionato e un neofita.

Prima di ogni cosa dovete procurarvi una buona dose di: passione, pazienza e voglia di divertirvi ! Queste sono per me le necessarie condizioni per iniziare ! Passione in quanto si deve essere sicuri di quello che stiamo per intraprendere perche’ i prezzi della strumentazione non sono dei più abbordabili. Bisogna avere pazienza perche’ come in tutte le cose della vita, anche nel fare il Dj ci vuole pratica ed esercizio. Più ci esercitiamo e piu’ prendiamo confidenza con le tecniche e con la manualità di quest’ arte . Ognuno ha sicuramente i suoi tempi di apprendimento, ma credetemi più ci si allena e si impara dai propri errori e più saremo gratificati in un secondo momento, quindi non scoraggiatevi se non capite subito come si screccia o vi accorgete che nei vostri primi mix le tracce sono piuttosto fuori tempo tra loro e i cosi detti allacci suonano sporchi o non combacianti. Pensate che io ho iniziato con un programma di mixaggio su PC e non avevo nemmeno il preascolto in cuffia! Che dire infine della voglia di divertirsi… Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: