Ernesto Che Guevara – Latinoamericana [Notas de Viaje]

30 07 2008

Tutto nacque in una mattinata tra amici, durante delle vacanze d’ottobre:

Sui sentieri dell’immaginazione arrivammo a remoti paesi, navigammo per mari tropicali e visitammo tutta l’Asia. E all’improvviso, materializzata dai nostri sogni, sorse la domanda: e se ce ne andassimo in Nordamerica?

“In Nordamerica? E come?”

“Con la Poderosa, che diamine!”

E fu così che due mesi dopo il giovane Ernesto “Che” Guevara [23enne studente di medicina] e Alberto Granado [29enne biochimico] riaccesero la Poderosa II [la moto di Alberto] per intraprendere il loro lungo viaggio verso nord, attraverso l’America Latina..

Come suggerisce anche il titolo originale dell’opera [che è una pubblicazione postuma, prima edizione nel 1992], si tratta di appunti che coprono 7 mesi di viaggio, riorganizzati in forma narrativa. La partenza avviene dall’Argentina, paese natale dei due amici, e tra cadute in curva e riparazioni meccaniche col fil di ferro [..] arrivano in Cile, Leggi il seguito di questo post »





Appunti per il crate digging a Londra

23 07 2008

photo by sicknessinit

photo by fabio

Non riuscite a stare qualche mese senza immergervi tra album e singoli? Siete soliti ispezionare intere sezioni di negozi di dischi? Avete un bel rapporto con diversi negozianti di dischi competenti? Trovate piacevole sentire la polvere sulle dita mentre sfogliate dischi su dischi? Rientrate a casa e fate suonare i nuovi acquisti ancora prima di liberarvi degli strati di polvere sulle mani? Siete capitati nel manicomio giusto!

Quello che segue e’ un piccolo how to al crate digging in London; essendo frutto di due soli viaggi, e nemmeno interamente dedicati alla musica, e’ da considerarsi piu’ come una raccolta di osservazioni/appunti di viaggio, per la quale il vostro apporto [tramite commenti o nuovi articoli sul blog] e’ piu’ che benvenuto!

Innanzitutto occorre dire che il prezzo dei dischi [e anche di altri prodotti] e’ mediamente molto piu’ sensato ed onesto a Londra che in Italia; va anche detto pero’ Leggi il seguito di questo post »





Jack Kerouac – Sulla Strada [On The Road]

12 07 2008

Sdraiati sotto un cielo stellato o seduti su un marciapiede all’alba, a Denver o a San Francisco o chissà dove, ore e ore passate a discorrere con un compagno di viaggio senza prendere fiato e nottate in giro per locali a sentire musicisti incredibili, kilometri su kilometri percorsi e scenari indimenticabili.. “On the road” è questo e molto altro.

E’ il diario di viaggio di Jack Kerouac e amici, è la pellicola che vede protagonista una “generazione”, è cultura Beat, è il fuggire dalla noia e dalla quotidianità per cercare invece una via migliore, una chiarificazione, un’illuminazione spirituale; è contraddizione, sete di conoscenza, frenesia, trovare il modo per essere veramente parte del mondo, amicizia, filantropia; e tante altre cose più complesse, e tante altre cose più semplici.

Riassumere tutto ciò che la scrittura serrata e appassionata di Kerouac ha donato attraverso questo romanzo è un compito davvero arduo; non si tratta solamente degli appunti rivisti di alcuni lunghi viaggi tra Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: