Katzuma.org, Radio FunkWise: playlist complete!

15 06 2010

C’era una volta una radio…

Che diavolo di incipit è? Lo so, è scontatissimo e ha poco a che fare con un post, ma è seriamente il principio di una fiaba: il mio viaggio verso il Funk (nel senso più lato possibile).

La radio si chiamava “FunkWise” ed era in streaming dal sito Katzuma.org, la metamorfosi (c’è mai stata?) di Deda che iniziava a dare i primi, indispensabili frutti. Ancora mi ricordo qualcosa del vecchio layout del sito, dei suoi contenuti (il video con la falena in stop motion, il tabagigi -o qual’era il suo nome- per le somministrazioni a Kaos…), ma se Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Cash for Chaos – Jam Sessions per IsolaNelKantiere.org, 26 aprile 2009

18 04 2009

L’Isola Nel Kantiere. Un posto mitico per noi che abbiamo vissuto l’adolescenza nei ’90. Un centro sociale dalle tante personalità cruciali e dai lasciti davvero importanti, anche per chi a Bologna in quegli anni non c’era. [Mi vengono subito in mente gli I.P.A.S.].

A venti anni di distanza, una prima serata per raccontare quegli anni a cavallo tra gli ’80 e i ’90. Non sono ancora ben chiari i prossimi programmi, quindi riporto le loro parole:

“Ci è venuta voglia di raccontare l’Isola Nel Kantiere, e di farlo a più voci, con chi l’ha vissuta in prima persona. Con atteggiamento meno nostalgico possibile, ci piacerebbe ricostruire i fatti di quei 3 anni, attraverso parole, suoni, immagini. Per cominciare, useremo un sito web ed una serie di eventi in città. Poi si vedrà.”

Quello che è certo, al momento, è la serata di finanziamento del 26 aprile che vedrà sul palco Casino Royale, Neffa e Papa Ricky, seguiti dal dj set di Katzuma e Wastasi [che molti Leggi il seguito di questo post »





Katzuma.org – “Moonbooty – Music from the motion picture”

5 07 2008

Da Deda a Chico MD a Katzuma.org. Tanti anni di attività, e un primo disco solista nel recente 2004. Ma non c’è fretta, e Andrea Visani probabilmente non avrebbe potuto realizzare un biglietto da visita migliore di “Moonbooty – Music from the motion picture”. Innanzitutto, si è di fronte ad un vero e proprio capolavoro di sampling e cultura musicale: il Visani fa tutto da sè [divertentissimi i nomi inventati dei musicisti nei crediti di ogni traccia del disco], eccetto qualche partecipazione di Sean Martin, Gloria Tatanka, Bruno Briscik e Dre Love [spero di non aver dimenticato nessuno].

Ma la bellezza del Moonbooty non risiede esclusivamente nel lato tecnico, anzi: questo lavoro diverte, rapisce, infiamma il floor, provoca dipendenza ed è colonna sonora di innumerevoli momenti. I potenti clap, i fiati portanti e il geniale lavoro vocale di “On the one” catapultano immediatamente l’ascoltatore in un altro mondo sonoro, il cantato di “The sleeptalker” è intriso di stile Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: