Katzuma.org, Radio FunkWise: playlist complete!

15 06 2010

C’era una volta una radio…

Che diavolo di incipit è? Lo so, è scontatissimo e ha poco a che fare con un post, ma è seriamente il principio di una fiaba: il mio viaggio verso il Funk (nel senso più lato possibile).

La radio si chiamava “FunkWise” ed era in streaming dal sito Katzuma.org, la metamorfosi (c’è mai stata?) di Deda che iniziava a dare i primi, indispensabili frutti. Ancora mi ricordo qualcosa del vecchio layout del sito, dei suoi contenuti (il video con la falena in stop motion, il tabagigi -o qual’era il suo nome- per le somministrazioni a Kaos…), ma se Leggi il seguito di questo post »





Gabor Szabo – Faces

6 09 2008

“Faces” è uno degli ultimi dischi del chitarrista ungherese Gabor Szabo prima della sua prematura scomparsa. Uscito per la Mercury nel 1977 sotto la produzione di Wayne Henderson [Crusaders] e suonato assieme a una buona parte dei Pleasure [quelli che fecero uscire “Joyous”], Ernie Watts e altri musicisti ancora, è un disco con tanti bei momenti, dove il jazz non manca di confrontarsi con altri stili e influenze di quel periodo.

Meritano assolutamente una segnalazione: “Magic Misty Faces”, canzone riflessiva e vagamente mistica, la meravigliosa “Gloomy Day” [e quì sono di parte, perchè ogni volta che si arresta il piano elettrico e riparte la chitarra con le voci in sottofondo vado a star bene, forse per il legame con un certo pezzo che Leggi il seguito di questo post »





Jack Kerouac – Sulla Strada [On The Road]

12 07 2008

Sdraiati sotto un cielo stellato o seduti su un marciapiede all’alba, a Denver o a San Francisco o chissà dove, ore e ore passate a discorrere con un compagno di viaggio senza prendere fiato e nottate in giro per locali a sentire musicisti incredibili, kilometri su kilometri percorsi e scenari indimenticabili.. “On the road” è questo e molto altro.

E’ il diario di viaggio di Jack Kerouac e amici, è la pellicola che vede protagonista una “generazione”, è cultura Beat, è il fuggire dalla noia e dalla quotidianità per cercare invece una via migliore, una chiarificazione, un’illuminazione spirituale; è contraddizione, sete di conoscenza, frenesia, trovare il modo per essere veramente parte del mondo, amicizia, filantropia; e tante altre cose più complesse, e tante altre cose più semplici.

Riassumere tutto ciò che la scrittura serrata e appassionata di Kerouac ha donato attraverso questo romanzo è un compito davvero arduo; non si tratta solamente degli appunti rivisti di alcuni lunghi viaggi tra Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: