Roland HD-1 – come iniziare a suonare la batteria in appartamento

7 12 2008

Vorresti suonare la batteria? I tuoi vicini non desidererebbero la stessa cosa? Hai mai pensato di acquistarne una elettronica? No? Nemmeno io, inizialmente. E’ bene fare subito le dovute premesse: quella che segue non è una vera e propria guida o how to, è più che altro una sorta di recensione da parte di un ragazzo che ha sempre desiderato imparare a suonare la batteria, l’anno scorso ha preso qualche lezione, e ora sta iniziando a suonare  [quindi  hai letto bene: non sono un batterista. Spero di diventarlo, tra qualche anno :-)]. Ma come è ben risaputo, al  di là del costo iniziale di un setup base decente [che alla fine sono spese simili a quelle per cominciare a suonare con tanti altri strumenti di discreta qualità], per suonare la batteria ci vuole spazio, e bisogna poter suonare tranquillamente [quindi non avere vicini attorno oppure crearsi un bunker per isolare decibel e vibrazioni… suonare una batteria “silenziata” mi pare molto frustrante]. Insomma, è problematico almeno quanto suonare un sax o un pianoforte in un palazzo. Comunque, il Caso vuole che all’inizio di ottobre, per ragioni del tutto fortuite, ho la fortuna di provare una batteria elettronica. Si tratta di una Roland HD-1. E’ amore a primo ascolto :-), il feeling che mi comunica è veramente bello. Io, che non sono un batterista e tantomeno un batterista con esperienza alle spalle, rimango impressionato dai suoni campionati, dall’emulazione e dalla risposta dei sensori [triggers]: la qualità audio sembra proprio di tutto rispetto. Dopo un mese di ricerche e ascolti, ne acquisto una. Attualmente, mi sento davvero felice. Altrimenti, non so se e quando avrei potuto iniziare.

Queste erano delle pallose note autobiografiche -in parte doverose per far capire il “livello” dell’autore dell’articolo, in parte per considerare qualcuno tra i problemi più comuni che possono venir fuori prima di iniziare. Ora iniziamo ad osservare più da vicino questo oggetto.

clicca per ingrandire l'immagine

clicca per ingrandire l'immagine

Come puoi notare, il setup è composto -in ordine sparso :-)- da una cassa [in inglese: kick], un charlestone [hi hat], un rullante [snare], due tom, un timpano [floor tom], due cimbali [o piatti; un crash e un ride], e una centralina [sound module, o più semplicemente module]. Il tutto è installato su un unico stand principale [questo è un punto in favore per lo spazio e la portabilità], e si monta con semplicità e in poco tempo. Le dimensioni della batteria, aperta e regolarmente disposta, sono indicativamente: altezza 1,20 m, larghezza 90 cm, profondità 55 cm. Occupa grosso modo lo spazio di una poltrona. Il peso? Sui 15 kg.

Veniamo subito alla centralina:

roland-hd-1-sound-module

Sul retro di questa, vi è un connettore che collega tutti i componenti della batteria al module. Sul lato sinistro, abbiamo un’uscita per le cuffie [proprio così, puoi suonare in cuffia, per la gioia dei vicini :-D], una per dispositivi preamplificati [che puoi usare anche per collegare un altro paio di cuffie], un ingresso per lettore mp3/laptop/lettore cd/ecc [puoi suonare con quello che ti pare in sottofondo] e un’uscita midi [puoi espandere i kit via software: tramite la mappatura midi e un programma per le batterie -ce n’e’ di diversi- puoi suonare via batteria un campione vocale oppure un rullante vintage o quello che ti salta in mente…]. Sul lato destro, interruttore on-off e ingresso per l’alimentazione. Frontalmente: una manopolina per il volume, un’altra per la velocità del metronomo [range 40-220 bpm] e un tasto per attivarlo, cinque tasti numerati per i vari kit musicali tra cui scegliere + un tasto Variazione [quindi 5×2=10 setup differenti, del tipo: 1, 1b, 2, 2b… ecc].

Entrando nel merito dei kit offerti da questo piccolo ma intelligente modulo:

roland-hd-1-drum-kits

Ancora più in dettaglio:

clicca per ingrandire l'immagine
clicca per ingrandire l’immagine

E puoi scegliere tra tre suoni diversi per il metronomo.

Insomma, avrete da divertirvi,  sia che vi piaccia il metal che la techno!

Per essere obiettivi -e dato che non vengo pagato dalla Roland- e per valutare il prodotto in relazione ad altre soluzioni: la batteria elettronica diretta concorrente della HD-1, potrebbe essere la Yamaha DTXplorer.

yamaha-dtxplorer

Così come la HD-1 è il modello base della Roland, la DTXplorer è quello della Yamaha: se la DTXplorer vanta un maggiore numero di suoni built-in, se ha delle funzioni di metronomo più utili e veramente interessanti per l’apprendimento e se probabilmente il pedale che colpisce la cassa può dare un’esperienza più autentica, per contro i suoni mi sono sembrati più freddi e piatti, sembrerebbe meno curati, rispetto all’HD-1; il charlestone e il rullante del modello della Yamaha sono identici agli altri pad [in particolare il rullante della HD-1, costruito dalla Remo, è un gioiellino che da solo sbilancia la scelta in favore della Roland]; il prezzo della DTXplorer è maggiore. [Dell’ordine di un paio di decine di euro in più].

C’è da dire che la Roland e la Yamaha non sono le uniche marche sul mercato ad offrire delle batterie elettroniche entry-level [Alesis, Medeli…], ma preferisco non fare altri confronti in quanto per quel che ho visto e sentito si tratta di prodotti di qualità inferiore [che potresti considerare comunque per questioni di budget] e anche perchè sono maggiormente informato sui modelli Roland e Yamaha.

Inoltre, lasciando perdere le rivali elettroniche e facendo un discorso più generale, bisogna tenere a mente che si tratta di una batteria elettronica, e quindi dobbiamo essere consci che è un’emulazione e che il segnale è digitale e non analogico, a differenza della risposta che riceviamo da un set acustico. Inoltre, con questo modello, possiamo scordarci i rimshot, l’arrestare i piatti mentre suonano e  poter scegliere minuziosamente le proporzioni di apertura del charlestone: per questi ed altri dettagli più o meno sottili si dovrebbero scegliere i modelli di fascia ancora più alta [che però costano veramente tanto, si tratta di roba da professionisti]. Per queste ragioni consiglio di provarla prima dell’acquisto, specie se si ha già avuto qualche contatto con una batteria acustica. A dirla tutta si potrebbero valutare anche soluzioni “ibride” [specie se si sa già suonare e si ha un luogo in cui poter suonare liberamente].

Ovviamente tra i pro ci sono il poter suonare in cuffia, avere accesso ad un numero di suoni decisamente maggiore rispetto ad un kit acustico dallo stesso numero di componenti [questo si traduce in ottime potenzialità per la sperimentazione e in divertimento assicurato :-)], una maggiore facilità nel registrare le proprie esecuzioni, la possibilità di suonare quando ti pare senza necessariamente uscire di casa [anche se i pad fanno un po’ di rumore  sordo quando vengono colpiti, quindi accertatevi che nella stanza affianco non dorma nessuno ;-)]…

Per quel che riguarda il prezzo, in Italia te la puoi portare a casa, nuova, per 590 euro. Come spesso accade, nel kit manca pur sempre qualcosa [che solitamente tentano di venderti in combinazione col prodotto]; in questo caso: lo sgabello [con 30 o 35 euro puoi trovare dei comodi e rispettabili sgabelli per iniziare] e le bacchette [si trovano delle buone bacchette intorno ai 15 euro; di solito vengono consigliate le dimensioni 7A o 5A per iniziare]. Manca anche una monitor per poter ascoltare senza cuffie quello che si suona; ma inizialmente ci si può arrangiare con delle casse preamplificate o con amplificatore più casse [il mio caso è il secondo, visto che già possedevo l’attrezzatura]. Mi spiace ma ignoro completamente modelli e prezzi delle monitor, quindi al momento non sono di grande aiuto. Una cosa veramente carina che invece è compresa nel prezzo, è un dvd video con le istruzioni per il montaggio e l’utilizzo, qualche rudimento e dei piccoli showcase del prodotto.

Ah, un ultimo dettaglio [ma non meno importante]: il setup può essere montato anche per l’utilizzo da parte di un mancino.

Credo di aver scritto un po’ tutto quello che avevo in mente, concludo con alcune utili risorse online riguardo la Roland HD-1:

Per farvi un’idea sul suono della HD-1

http://www.youtube.com/watch?v=cfUW0AikB1Y

http://www.youtube.com/watch?v=RUsk2f7Ni_A

Per pianificare il posizionamento della batteria nella vostra stanza :-D

http://www.roland.it/images/prodotti/batterie/vdrum/hd_1/demo/layout.html

Scheda ufficiale Roland HD-1

http://www.roland.it/prodotti/prodotti_scheda.asp?categoria=Batterie%20e%20percussioni&sottocategoria=batterie_vdrum&titolo=HD-1&vista=V-Drums

Scheda ufficiale Yamaha DTXplorer

http://it.yamaha.com/it/products/musical_instruments/drums/el_drums/drumsets/dtxplorer_s/

Sezione batterie e percussioni Roland

http://www.roland.it/prodotti/prodotti_categoria.asp?categoria=Batterie%20e%20percussioni

Sezione batterie elettroniche Yamaha

http://it.yamaha.com/it/products/musical_instruments/drums/el_drums/

Qualche backing track per iniziare a far pratica :-)

http://www.roland.it/images/prodotti/batterie/vdrum/hd_1/demo/songs.html

fabio

Annunci

Azioni

Information

148 responses

29 12 2008
frann

e cosi possiedi qst gioiellino???
grande jonez!è un mio sogno da un po, e credo restera nel cassetto almeno x un altro annetto, intanto posso passare a provarla??o ce l’hai all estero?
cmq grazie dll feedback!

29 12 2008
fabio

ciao fra! si’ l’ho preso il mese scorso.. ed e’ fonte di immensa gioia ehe
ce l’ho in casa universitaria, quando passi a trovarmi? cosi’ fai un giro in toscana e inoltre -ovviamente- la potrai provare!
in ogni caso, credo proprio quest’estate mi seguira’ in sardegna.. quindi i giri di prova sono garantiti!
grazie della visita, ci vediamo in questi giorni!

12 05 2011
Simona

ma è abbastanza silenziosa????? qualcuno dice che è un giocattolo…ma è vero????? Sai…dovrei acquistarla. Grazie

5 01 2009
Luca

Ciao anche io la posseggo…però a differenza di te sono un batterista “esperto” e ti posso dire che per allenarsi\giocare in casa è peretta :) …e magari volendo la si può pure portare fuori per un live ;) ovviamente ha le sue piccole limitazioni…però è pure vero che a 590 Euri non si può pretendere molto…anzi l’ HD1 è perfetta per quel prezzo :)
Quindi in parole povere la consiglio a tutti coloro esperti e non che vogliono un prodotto decente ad un prezzo basso rispetto al mercato…100% soddisfacente :)

Ps esiste il monito r apposito per l’ hd1…e costa 100 euri circa…

Rock on fratello!!

24 09 2010
Luca

anche io sono un batterista, ed ho avuto un’altro modello roland, la td6, vorrei solo conoscere il feeling con il pedale, per me che pedalo molto è fondamentale, grazie

1 10 2010
fabio

Ciao Luca, non ho provato la TD6, ma se sei un batterista e ti riferisci al feel che si ha con il pedale della cassa di una batteria acustica, ti posso dire che quello della HD1 ci ha ben poco a che fare, sono molto diversi.

5 01 2009
fabio

Ciao e grazie mille per il commento dall’altro punto di vista, quello dell’utente avanzato..
Ci sentiamo, magari nuovamente in queste pagine! :-)
fabio

6 01 2009
carlo

ciao… intanto gran bell’articolo. Ti volevo chiedere se 590euro è il prezzo della yamaha o della roland

6 01 2009
fabio

Ciao e grazie!
Il prezzo e’ riferito alla Roland.
Ci sentiamo!
fabio

6 01 2009
Luca

Cmq una vera chicca da non dimenticare è l’uscita MIDI presente sul modulo sonoro…che cosa ha di speciale??Che volendo con una buona scheda audio su un pc e un buon programma che abbia i samples di drum kit la nostra piccolina Roland è in grado di avvicinarsi come quantità\qualità di suoni alla sorella maggiore TD20 :) io personalmente l’ho già collegata ad un programma del genere…e devo dire che è molto soddisfacente!!!!!!!!!!!!!

12 04 2010
francesco

mi puoi dire il nome del programma e come hai fatto grazie

20 03 2011
vincenzo

ciao,io ho una roland hd1 ma nn idea di come usare l’uscita midi….sai suggerirmi un sito ke mi spieghi come farlo?

6 01 2009
fabio

Gia’, prossimamente provero’ anch’io quella funzione.. per il momento sono ancora ai primi essenziali rudimenti :-)

7 01 2009
Luca

Guarda io ieri mi sono divertito usando i pedali come due casse e ho impostato il charleston chiuso e non aperto come il kit2con variation inserita…è fenomenale ;)

25 01 2009
Fabio anch'io

all’inizio sembravi l’ufficio stampa della Roland ;) poi ti sei conquistato alla grande il ruolo di bravo informatore.
Grazie, il mio sogno da bambino ora so che si potrà realizzare.
Un mancino super beginner

26 01 2009
fabio

ahahah! grazie per il parere critico!
buoni acquisti e in bocca al lupo per il percorso musicale

cmq, confermo: la batteria elettronica vizia un po’. l’altro giorno ho preso un’altra lezione e una delle cose per le quali ho notato una bella differenza è il pedale con battente della cassa della batteria acustica e quello interamente “virtuale” della roland hd-1.

3 02 2009
Gabriele Bianchi

Avrei una domanda solo per curiosita ecco dunque sono da tempo un gran appassionato di batteria a questo proposito mi vien da chiedere :

come si monta e si smonta una batteria acustica ? e poi come la si trasporta ? dove la si mette ?

per favore fatemi sapere

p.s.

e possibile avere un dvd con tutte le nozioni che vi ho chiesto riguardo questo merraviglioso strumento? e di cui poi parlate anche nel sito ? grazie

4 02 2009
fabio

Ciao Gabriele! Premetto che non sono [ancora] un batterista acustico, in attesa di qualche commento da parte di persone piu’ esperte di me ti posso dare qualche consiglio pratico anche se poco approfondito.
Per quel che riguarda la tua prima domanda, potresti andare su youtube e cercare dei video tipo [per esempio] “how to set up a drum kit”, mentre per quel che riguarda il trasporto so che sono presenti in commercio delle apposite custodie. Potresti farti un’idea andando su siti come http://www.strumentimusicali.net, ad esempio nella sezione Batterie e Percussioni -> Custodie e Borse per Batteria.
Riguardo il dvd, conosco ancora pochi video-corsi e non saprei cosa consigliarti..
A presto!
fabio

4 02 2009
Fabio pure io

Ciao Fabio,
grazie per i preziosi consigli di questa pagina. Mi sono recato a Roma presso uno dei + serviti negozi musicali e ho provato la TD20… semplicemente fenomenale!! io prendo lezioni da circa un mese e quello che mi manca per poter diventare bravo è esercitarmi a casa…
quindi al negozio mi hanno consigliato per cominciare una HD-1… chiedendomi però poco + di 800 euro, contro i tuoi 590… la domanda è: me stanno a fregà? oppure mi confondo con un modello + “avanzato”? (non certo la TD20… quella mi hanno detto che costava circa 2.550 euro)
Grazie
Fabio

5 02 2009
fabio

Prego, grazie a voi che leggete e che grazie ai vostri interventi fate di questo sito una bella community!
Eh, la TD 20 dev’essere davvero tanta roba.. personalmente non l’ho ancora provata, pero’ e’ davvero un oggetto “avanzato”. 2.250 euro mi sembrano un ottimo prezzo per quella :-) , pero’ il prezzo della HD-1 e’ davvero altino.
Ti linko il negozio da cui l’ho comprata io [c’e’ ancora la spedizione gratuita per quell’articolo], col quale sia io che altri miei amici che suonano ci siamo sempre trovati benissimo per i prezzi, per la qualita’ e per il servizio.

http://dalmasomusica.it/shop/detail/767/0/batteria_elettronica_roland_hd1.htm

A presto,
fabio

13 02 2009
Luca

Se sei di Roma ti consiglio di andare da Your Music (viale dei 4 venti) li la puoi trovare a 700 euri circa….per la TD20 ti hanno chiesto un pò pokino :) dimmi dove stà che me la vado a prendere a 2000 Euri!!!! la Td20 completa di Rack (il supporto non è compreso nel prezzo…sti pezzenti della roland) sfiora i 4000 Euri…quindi a 2500 io mi ci fiondo a prenderla!!!!!!

13 02 2009
Luca

ovviamente la TD20 nel prezzo comprende solo i pad e il modulo sonoro…..meccaniche\pedale\rack e aste sono vendute separatamente ;)

19 02 2009
Giada

io in casa ho una PEARL RHYTHM TRAVEL e me ne frego dei viciniiiiiiii…………….!!!! Ciao ciao. Giada

24 02 2009
fabio

Ciao Giada! L’avevo vista un po’ di tempo fa e mi aveva incuriosito.. ci puoi dire qualcosa in più su questo kit?
Grazie,
fabio

6 03 2009
Simone

Ciao, è da tempo che mi vorrei prendere una batteria elettrica. Dopo aver letto il tuo articolo sono tentato a prendermi la hd1e volevo chiederti una cosa. Io nn ho problemi riguardo ai soldi, secondo tè è meglio la hd1 o la 3 kw sempre della Roland??grazie ciao.

7 03 2009
fabio

Ciao Simone, sì ti consiglio decisamente la TD-3KW, specialmente se già suoni una batteria acustica. [Ma anche se devi ancora iniziare e non hai difficoltà economiche].
Non l’ho provata, ma so da un amico che i suoni campionati sono ancora più curati, in quanto ha un modulo superiore, e anche le componenti sono più avanzate: hai la possibilità di fare i rimshot sui tom e puoi fermare il suono dei piatti dopo che li colpisci [così leggo] e soprattutto, una cosa a mio avviso importante, hai delle meccaniche della cassa che sicuramente si avvicinano di più ad un setup acustico rispetto al pedale della HD-1. Anche quel tipo di charlestone dev’essere una bella cosa.
Ti consiglio di recarti presso un buon negozio di musica dove le possa provare entrambe e farti un’idea.
Ciao, a presto! :-)
fabio

Ah, presta attenzione a questo dettaglio: probabilmente nel prezzo non è compreso il pedale della cassa o qualcosa di simile, che devi acquistare a parte.

2 04 2009
fabio

Una cosa importante, specie se contate di suonare in seguito con altre persone: suonate spesso anche senza cuffie. Può sembrare una fesseria.. ma non lo è ;-)
Ciao!

11 04 2009
Giada

Che dire…. é spettacolo, ora dovrei cambiare un po’ di cose, come set di piatti e pelli, non mi garbano più!!! A presto… Giada

11 04 2009
Giada

fabio di dove sei? io di Genova, magari dammi la mail che ci sentiamo!! Giada

11 04 2009
Giada

la mia è lupettina88@hotmail.it a presto Giada

14 04 2009
Giada

io preferisco quelle acustiche, la mia avrebbe le sordine, ma non le ho mai usate!!!! A PRESTO.. Giada

11 05 2009
Ezio Roma

Grazie a voi per l’esposizione (entusiasta).
Ho solo i rudimenti dell’acustica dato che dopo un anno ho dovuto lasciare la mia sala (per acquistare casa).
Sono 3 anni che la mia batteria è riposta su unno scaffale in attesa di acquistare una cantina. (sigh).

Alla fine l’HD1 l’ho provata e mi sono convinto, 3gg fa l’ho acquistata!
Pienamente soddisfatto!

Avere un posto dove suonare una batteria non è semplice, ma se hai sempre sognato di suonarla… è ottima per allenarsi, sta in pochissimo spazio, la suono anche di sera in cuffia (a meno che mia moglie non sia nella stessa stanza ;o) il tamburellare può innervosire, ma non arriva certo ai vicini!), costa quanto una acustica base.
Non avevo mai preso in considerazione le elettroniche, costose e poco efficenti in passato, ma oggi…
In più ho sempre suonato a ruota libera o con gli mp3 in cuffia con l’acustica, ma lì hai una base che ti aiuta a seguire il ritmo.
Provate l’HD1 con il pc (magari portatile) collegato: con un file .kar o .mid è ottima per imparare, sei tu che fai il ritmo… ed è molto più impegnativo!
Ormai non avete scuse, tutti possono suonare dove e quando vogliono!
Saluti e tanta buona musica a tutti!

11 05 2009
Ezio (Roma)

Con i file karaoke o midi con un semplice programma come Vanbasco puoi eliminare la traccia della batteria: anche se non hai una buona scheda audio, i suoni della batteria si mescoleranno armoniosamente con la musica, e sarà come essere in una orchestra.

PS: quale programma usate per modificare i suoni dei kit? che cavo usate? serve quello della Roland (che vende con un programma di gioco/apprendimento) od esiste qualcosa di standard (sono esperto di pc ma non ho esperienza di midi).
Grazie. Ciao

11 05 2009
Ezio (Roma)

se a qualcuno interessa l’ho pagata 640 euro

11 05 2009
Ezio (Roma)

Un ultima considerazione: anche se i pedali sono fissi, la loro disposizione è molto naturale e non richiedono la complicazione di tappetini o blocchi per tenerli lì.
Inoltre mi ha spinto all’acquisto il poter avere i tom ai lati del rullante (sull’acustica, dopo mesi di riposizionamenti, dovetti acquistare un treppiedi per metterne uno a destra del rullante, l’altro a sinistra (collegato alla gran cassa, con una ulteriore spesa): è soggettivo, ma io odiavo averli lontani sulla destra. Qui è già tutto ben posizionato.
I pad ti costringono a dover essere più preciso e meno irruento (rispetto agli ampi tom dell’acustica): a tutto vantaggio della tecnica.
Solo con il pedale del charleston mi trovo ancora un pò in difficolta a dosarlo con precisione nelle 3 posizioni (aperto, semiaperto, chiuso).

Ora basta, il mio entusiasmo nell’aver ricominciato a suonare mi fa straparlare. Ciao ciao

12 05 2009
fabio

Ciao Ezio, benvenuto! Condivido i tuoi commenti e l’entusiasmo!

Per quel che riguarda il collegamento al pc, non ti so dire, non l’ho ancora provato. Ti consiglio di fare un giro sul forum ufficiale delle v-drums, potresti trovare delle idee sulla mappatura midi della batteria, sui software più adatti ecc.

A presto,
f.

2 07 2009
Ezio Roma

Dopo oltre un mese ho imparato molto su questa batteria.

Attualmente (con un cavo midi standard da 5 euro) è collegata ad un expander Roland-Edirol SD-20 acquistato usato a 200 euro.

I suoi suoni mi soddisfano di più (ovviamente: è un apparecchio che nuovo costa quanto mezza batteria!).
Inoltre riproduce (più facilmente che utilizzando Vst software) i file kar o mid del pc via USB (con vanbasco) a cui disattivo la traccia della batteria .
Il risultato è che sono io a suonare la batteria sulle migliaia di basi che si procurano facilmente in rete con una qualità sonora accettabile, ascoltando i diversi ritmi ed imparando a ripeterli, magari lentamente all’inizio (rallentando la base su vanblasco).
Acquisto consigliato, anche se ho provato la Roland TD9 ed in futuro prevedo un upgrade… :o)

2 07 2009
fabio

Ciao Ezio, bentornato! La soluzione con l’expander mi sembra ottima, se ho modo la proverò anch’io…

Ci sentiamo!

16 07 2009
Ezio Roma

Luca ci fai sapere che programmi utilizzi e che cavo? E’ per caso l’EDIROL UM1G?
Io utilizzo un cavo midi standard tra Expander (edirol sd20) e Batteria, usb tra expander e pc.

Per chi ha l’HD-1 e volesse sapere di più…
L’expander suona sia lo spartito dei file mid/kar provenienti dal pc (escudendo traccia batteria ed utilizzando programma Vanbasco) che, contemporaneamente, anche i segnali midi della batteria. Il tutto lo ascolto in cuffia dall’uscita dell’expander.
Come già detto, per chi non vuole fare puro allenamento ripetendo ritmi all’infinito, ma imparare divertendosi, trovo molto appagante questa soluzione.
Non posso cambiare i suoni di ogni singolo pad, ma posso cambiare il set di batteria dal programma della edirol sul pc (che da anche possibilità di utilizzare pochi effetti che possono farti provare la sensazione di suonare la tua batteria in uno stadio od in una stanza piccola attraverso echo e riverbero).
Molti file kar/mid all’avvio modificano l’impostazione dell’expander (che ha 4 modalità: GM/GS/XG e un suo banco proprietario), cambiandomi i suoni della batteria, ma mettendo in pausa il brano, posso riselezionare la batteria scelta e ripartire.
Unico neo, a volte può succedere che tutti questi segnali “impallino” l’expander, specie se utilizzo il banco suoni proprietario, che utilizza suoni più complessi e dettagliati, costringendomi al riavvio dello stesso

25 08 2009
Mauro

Ciao, avrei una domanda!
Ho una Yamaha DTXplorer e quest’anno vorrei portarla nell’appartamento in cui vivo, assieme a altri studenti/lavoratori. Ovviamente avendola li, non potrei comunque suonarla di notte in quanto il rumore dei pad si sentirebbe in ogni caso nelle stanze vicino alla mia. Questo problema può essere semplicemente raggirato suonando a orari più decenti.. ma il problema è un altro. Penso che il suono dei pad non arrivi anche negli altri appartamenti, ma la mia preoccupazione va al suono del kick e del(la meccanica) pedale! Picchiando con il pedale si fa molto più rumore rispetto ai pad superiori e in più il pedale è a diretto contatto con il pavimento, quindi il suono si trasmetterebbe fino a arrivare sicuramente agli appartamenti sotto al mio e forse anche a quelli di fianco. Considerando in più che dovrò usare il doppio pedale, il “rumore” sarà ancora maggiore!
Pensavo quindi di rialzare tutta la batteria e cercare di attutire il più possibile il suono del kick. Avete qualche idea a riguardo? Magari qualche esperienza personale!?
Grazie!!

22 09 2009
claudio

ciao mauro anche io come te possiedo una yamaha dtxplorer e so che il rumere complessivo sia dei pad che del kick è molto rumoroso e sopratutto astidioso cmq potresti mettere a terra o della lana vetra oppure la rialzi completamente sicuramente con la lana vetra a terra la stabilità dello strumento è molto bassa ma questo spetta a te regolarla con almeno delle basette di legno sotto i piedi della nostra yamaha…ciao

18 12 2009
DARIO

io ho insonorizzato tutto un locale con panneli fonoassorbenti e sotto la batteria ho messo 4 panneli da 1m x 1m di gomma da un 1cm che si usa per coibentare le case. Basta che vai in un negozio per l’edilizia che li trovi. Sono molto resistenti ed attutiscono in maniera esagerata le vibrazioni ed i colpi con le meccaniche. Li ho pagati 8 euro a pannello. Poi ho acquistato un 2 mq di moquettes per coprire il tutto (6 euro al mq) così non si deteriora e rimane più carino, sulla quale ho una Roland TD20KX.
Ciao e buona giornata.
Dario

20 01 2010
LUK

HO FATTO DI TUTTO LA SOLUZIONE FINALE MA AL VICINO CHE ABITA SOTTO NON E’ CMQ PIACIUTA, ED E’ UNA PEDANA CON DEI FORI DENTRO I QUALI VI ERANO DELLE PALLE DA TENNIS OVVIAMENTE I FORI SONO PIU’ PICCOLI DELLE PALLE CHE DEVONO SOLO APPOGIARSI AL FORO, CHE ASSORBONO LE VIBBRAZIONI E SOSTENGONO LA PEDANA SOLUZIONE DATAMI DA UN TECNICO DEL SUONO. ALTRIMENTI C’E’ MA STIC…….. SE SI SUONA AD ORARI ACCETTABILI VAI TRANQUILLO L’IMPORTANTE E’ ESERCITARSI E SUONAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

22 09 2009
claudio

ciao fabio senti ma allora è vero o no il fatto che cn la dtxplorer puoi suonare su dei brani (naturalmente inventati) togliendo la traccia della batteria? vedendo alcuni video su you tube ho visto che suonano tutti su questi brani della yamaha…nel caso in cui tu sai se si può fare o no mi potresti spiegare come si fa a impostare questa caratteristica???grazie mille….

23 09 2009
fabio

Ciao Claudio, non ho capito bene quest’ipotetica funzione… Intendi che puoi suonare l’accompagnamento su dei pattern musicali senza batteria e percussioni? Ma questi brani suonano dalla centralina della DTXplorer o dalla scheda audio di un computer, ad esempio?

Io ho la HD-1, e nel mio caso sì, è possibile, ci sono anche dei brani scaricabili dal sito Roland. Vengono riprodotti da un portatile/lettore mp3/qualsiasi riproduttore audio ed entrano in un ingresso “mix in” della batteria.

25 09 2009
Riccio

Ciao a tutti!
Io ho preso la Roland HD1 ieri e ne sn molto soddisfatto. Suono già da un po’ con una batteria acustica. Il mio preblema era durante la settimana che ero all’università e abito in un palazzo. Ora potrò suonare tranquillamente!
Cmq volevo farvi una domanda: posso creare un kit mio? Più nello specifico nel set 2 variaton vorrei l’hit-hat chiuso, un medium tom al posto della cowbell e uno splash invece del china/ride. Come posso fare? Devo collegare la centralina al pc? come faccio? Spigatemi passo passo xkè con sta roba tecnologica nn ci capisco nulla ;)

25 09 2009
Riccio

scusate vorrei specificare ancora meglio la mia richiesta… nn ho bisogno di suoni particolari mi vanno bene quelli che ci sn nell’hd1 normale senza andarli a prendere da nessuna parte. Ad esempio al posto del cowbell nel kit 2 variation mi basterebbe prendere il power tom mid del kit 2. Quindi se si può fare senza dover collegare l’hd al pc va benissimo… anzi meglio :)

25 09 2009
fabio

Ciao Riccio! Ho capito la richiesta; non è possibile creare un kit personalizzato gestito dal modulo (o “centralina”) dell’HD-1. Ti devi armare di cavo midi e far elaborare l’audio da schede audio esterne, assegnando i suoni ai vari elementi della batteria (ad esempio cavo midi-usb da collegare al computer).

Comunque non sarebbe davvero male una funzione come quella che dicevi tu…

25 09 2009
Riccio

Ma basta un cavo midi-usb? Serve anche qualche programma particolare? E poi il kit si può registrare o devo tenere il pc attaccato alla hd per suonare con quel particolare kit? Scusate se faccio tutte queste domande ma non sono molto pratico con questo genere di cose.

25 09 2009
fabio

Sì serve un software e sì devi tenere il computer collegato, non è possibile memorizzare il setup nella centralina della HD-1.

Figurati, chiedi quanto vuoi… ;-)

26 09 2009
Riccio

Ok ultima domanda :)
Mi potresti dare

26 09 2009
Riccio

Ok ultime 2 domande :)
Mi potresti dare il nome di qualche software?
Non rischio di rovinare il software della centralina dell’hd1 utilizzando questi programmi?

Cmq ti ringrazio per tutte le informazioni utili che mi stai dando!!!

26 09 2009
fabio

Prego :-)

Di software ce ne sono diversi (da EZdrummer a FXpansion e altri ancora…), dovresti scegliere in base alle tue esigenze e al miglior interfacciarsi con la HD-1.

Non ho ancora avuto l’occasione di provarli, quindi puoi informarti tramite risorse come, ad esempio, http://www.vdrums.com/forum/

Non ci sono rischi per la centralina in quanto si tratta addirittura di un’uscita midi, nemmeno un ingresso. Tutto viene “lavorato” in sede esterna, e dopotutto il midi-out e la possibilità di utilizzare software sono delle feature ufficiali della batteria, quindi puoi stare sicuro.

6 10 2009
Ezio Roma

Ciao Fabio,
ultimamente sto valutando l’acquisto di una Boss DR-30 (batteria elettronica programmabile) usata da 100 euro (100 kit batteria).

Quindi: bacchetta colpisce la Roland HD-1, dall’uscita midi il segnale va alla Boss DR30 che lo riproduce con i suoi kit (100), l’audio che esce va all’expander (ha aux in) dove si mescola alla base del karaoke (riprodotto dal pc collegato via USB con Vanbasco -> pc manda lo spartito all’expander ottenendo basi decenti su cui disattivo ovviamente la traccia della batteria).
Il tutto lo ascolto in cuffia.
In questo modo potrò anche registrare lo spartito di ciò che suono sulla hd1 (e riascoltarmi quando voglio dei ritmi interessanti che mi capitano nelle basi).
L’avventura con l’HD1 continua… :o)
PS: l’HD1 (pur essendo un modello base, senza sensore sul bordo del rullante per es.) è ben fatta per iniziare e per le situazioni casalinghe: anche senza tappetino in gomma, nessun vicino si è mai lamentato per il rumore dei suoi pedali usati fino alle 22.30 di sera!!

20 01 2010
LUK

C’HAI I VICINI SORDIIIIIIIIIII !!!!!!!!!!! HAHAHAHAHAH

6 10 2009
fabio

Potrebbe essere un’alternativa al software… eventualmente facci sapere come ti trovi, se offre le stesse possibilità di alcuni programmi per il computer, ecc.

Ci sentiamo!

24 10 2009
Ezio Roma

uffa, quando la volevo io, usata non si trovava, ora non è difficile comprarla per 450 euro…
mmmm.. ho visto un annuncio di una HD-1 con pedale rotto…
utente maldestro o durata del pedale limitata con uso intensivo?

Domani vado a ritirare la Boss DR-3 usata (mi sono stancato di dover reimpostare l’expander ogni volta che un fle .kar all’apertura mi cambia kit, volume ed effetti).
Avendo anche suoni di basso dovrebbe essere ancora più utile per allenamenti su vari tipi di ritmi.

Devo dire però che i suoni dell’expander erano molto più belli degli originali, aumentando il piacere di suonarla.

Fabio ti farò sapere come andrà.
Tu invece hai sperimentato i software?

24 10 2009
fabio

Ezio, speriamo gli sia caduto uno scaffale sopra il pedale! :-D E che non sia una questione di “usura”.

Non ho ancora provato i software, e ho scoperto l’esistenza di questo nuovo programma:

Mi sembra carino per chi ancora deve imparare Bene (come me). Prossimamente lo vorrei provare, e magari ne farò pure una recensione.

A presto e buona DR-3 ;-)

26 10 2009
Ezio Roma

E’ il programma per allenamento della Roland per l’HD-1, lo vendono assieme ad un cavo MIDI-USB (UM-1G), trovato ad 80 euro:
http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_roland-hd-1-drum-tutor_id1314056.html
A me sembra un buon investimento, almeno si impara anche la notazione musicale della batteria (io la ignoro): per crescere musicalmente penso sia un passo obbligato.

Con la Boss DR-3 collegata via midi all’HD-1:
– kit batteria molto belli e selezionabili comodamente dal suo display (120 strumenti di percussione diversi combinati in tutti i modi possibili in 100 kit)
– non funziona il 3° tom. Sigh
– il charleston è possibile aprirlo e chiuderlo con il piede mentre si suona con bacchetta, ma non fa rumore se uso solo pedale per apri-chiudi senza percuoterlo con la stessa bacchetta. Inoltre se lo percuoto con la bacchetta quando aperto e poi lo chiudo subito con il piede, il suono non si interrompe. Doppio sigh.

In compenso mi è capitato di collegare l’HD-1 all’expander (non fa quei problemi) scegliendo i kit con il pc, suonando, invece che con le basi midi, con gli accompagnamenti di basso della Boss dr3: mi sono divertito come un matto! :o)

La nuova Roland TD-4 è interessante (costo sale a circa 950 euro).

Secondo me dovrebbero montare la nuova centralina Roland TD-4 sull’HD-1, avremmo:
– migliori/maggiori banchi suoni (più funzioni per allemento della TD4)
– rullante con doppio sensore (per il rim shot, quello sulla nostra HD-1 NON è il PDX-8, infatti non c’è questo codice pad, c’è scritto “per uso solo con hd-1”, e -l’ho smontato- non ha il doppio sensore)
– piatti con doppio sensore (sulla hd-1 sono i CY-5, ma cavo e jack sono mono, la centralina non li gestisce in dual triggering).
– resterebbe la silenziosità dei suoi pedali
– resterebbe la facilità nello spostamento da una stanza all’altra della casa (io lo faccio spesso), senza la necessità di tappetini in gomma, blocchi per i pedali etc.

Comprerei una centralina TD-4 ed un pad PDX-8 per un upgrade, ma attualmente sarebbero (nuovi) almeno 500 euro in +, tanto vale cambiarsi tutto….

26 10 2009
fabio

Mi spiace per terzo tom e charleston con la DR3… e del rullante sapevo già da prima dell’acquisto, quello che fa incazzare è il discorso dei CY-5 non pienamente implementati sull’HD-1.

Sì probabilmente ti converrebbe prendere direttamente la TD-4, piuttosto che prendere i pezzi separatamente.

Comunque ci sono due modelli di TD-4, a quale ti riferisci?

28 10 2009
Ezio Roma

Bhè, per 1000 euro quella con pad in gomma, ma potendo.. per 1200, i più silenziosi pad in pelle mesh (la differenza è notevole, può essere importante per chi suona in appartamento la sera).
Resta sempre il problema del pedale “NORMALE” che molti trovano rumoroso; però credo si possa usare un pedale da charleston al posto del pad della gran cassa.

Per 3° pad dovrei aver risolto, la DR-3 ha un ingresso stereo per 1 o 2 trigger in più, configurabili a piacimento come pezzi di batteria (domani compro il cavo jack, come quello per le chitarre e gli associo 3° tom della HD-1) o per collegare pedali e usarli per far partire/fermare i ritmi, eseguire dei fill etc a scelta dell’utente.
Anzi, voglio provare anche a collegarci un piatto CY-5 per sperimentare il doppio trigger, anche se poi.. l’userò come 3° pad, irrinunciabile.

Inoltre (ancora non l’ho sperimentato) la DR-3 permette di costruirsi kit personalizzati (per RICCIO, senza dover collegare pc). Per 100 euro usata la consiglio (in attesa di una centralina TD4 usata a prezzo decente, ora costa 400 nuova… voglio creare un ibrido “HD-4”!!!).

Sò di essere ripetitivo però… per la mia esperienza sull’acustica (che suonavo pochissimo quando avevo una sala) direi che si impara molto ma molto di più… divertendosi!
Avendo molta passione per questo strumento e poca voglia di eseguire esercizi (almeno inizialmente), continuo a trovare assolutamente stimolante suonare con giri di basso della DR-3 o file midi/kar.

Fabio, come va il tuo studio dello strumento? fai progressi con la l’HD-1?

Come mai dici di suonare senza cuffia? Io ho provato collegandola allo stereo, ma il rumore dei pad è fastidioso e distrae, devi alzare il volume per coprirlo, e quindi perdi il beneficio della silenziosità…




28 10 2009
Ezio Roma

Qualcuno ha avuto la mia stessa sensazione di “calo del desiderio” di imparare a suonare la batteria, perchè senza accompagnamento (o un gruppo musicale) è molto noioso e poco stimolante?

29 10 2009
Ezio Roma

Info utili per chi voglia utilizzare l’uscita MIDI e Drum Machine BOSS Dr-3 o Dr-670:

la dr3 ha un ingresso per pedale-doppio pedale, come ho detto sopra, ma il pedale è come un “interruttore” da premere: ci puoi attaccare anche un interruttore-pulsante qualunque, ma NON ci si possono attaccare dei PAD di batteria elettronica che sono invece “sensori”, non funzionano. (sigh).

l’HD-1 emette note midi, tra cui la numero 44 (suono prodotto da chiusura del charleston) e 48, 45 e 43 (i 3 tom):

La BOSS Dr-3 ha diverse note (13 per la batteria) associate ai suoi tasti, ma NON 44 (ha solo 42, bacchetta su charleston aperto, e 46, bacchetta su ch. chiuso, che infatti funzionano con l’HD-1 collegata) e NEANCHE la 43 (il terzo tom, per la Dr-3, è la nota 41); quindi scarta quelle 2 note, quando le riceve dall’HD-1, non le suona! (ecco spiegati il mancato funzionamento del 3° tom e della chiusura del charleston col pedale). (doppio sigh)

La BOSS Dr-670 accetta più note (16), tra cui la 44 ma NON la 43. Quindi funzionerebbe il suono di hihat chiuso col pedale, ma non il terzo tom. (uffa)

Dato che la mia unica esperienza precedente di midi era andata bene…(l’expander Roland/Edirol SD-20 collegato alla HD-1 suonava tutte le note, è praticamente una tastiera senza tasti e display, con banchi suoni decenti di tutti gli strumenti, in standard Midi vari, GM2-GS-XGlite, che suona i midi ricevuti da pc via usb o da strumenti collegati con cavo midi)
suonava tu) non me l’aspettavo, o Edirol SD-20, è lo stesso)
…ci sono rimasto veramente malissimo!

Fabio, non impreco per il rispetto che ti devo qui, ma ne avrei voglia. :o(

29 10 2009
Ezio Roma

neanche la boss dr-880 supporta la nota midi 43 (accetta 20 note ma non quella!!!!)

addirittura alcuni americani hanno trovato il problema collegando la HD1 ad una centralina td3, ma questa consente di variare il canale midi di un pad, quindi hanno risolto collegandoglielo, impostandolo come 43, ricollegando il pad all’hd1, quindi collegando le 2 centraline con il cavo midi.

Una scelta veramente disgraziata:
1) rende incompatibili i prodotti boss e roland che sono di fatto della stessa casa
2) la dr3 a 90-100 euro usata era una soluzione semplice ed economica per espandere i banchi suoni-registrare le proprie esecuzioni-personalizzarsi i kit

29 10 2009
Ezio Roma

(registrare le proprie esecuzioni no, sorry)

30 10 2009
fabio

Procedo con ordine:

Per me il vantaggio delle componenti Mesh non è solo quello della silenziosità, anche il rimbalzo e il feeling complessivo è tutta un’altra cosa rispetto ai pad della HD-1.

Per quel che riguarda la didattica faccio progressi senza fretta (per certe cose tendo ad essere meticoloso e “freddo”), dai commenti che ci siamo scambiati mi è sembrato di capire che hai più esperienza e capacità di me…

…E per quel che riguarda il suonare con un gruppo, penso sia così un po’ per tutti gli strumenti. Suonare in compagnia è ovviamente tutta un’altra cosa, volendo è quasi una disciplina diversa, ma personalmente mi rapisce molto pure il discorso di comprendere il tempo ed esercitarmi con un metronomo, non sento tanto la “solitudine” al momento, mi piacerebbe imparare bene e sapere quello che faccio, vado avanti a piccoli obiettivi, che ho sempre in testa, e cammino affascinato dentro un mondo in cui ho desiderato entrare per tanti anni… ogni tanto mi suono qualche pezzo con tante o poche libertà, certamente non faccio solo esercizi o videolezioni più o meno pallose, e tirando delle somme (parziali) mi sento molto appagato dallo strumento che possiedo. Sicuramente più avanti le necessità si evolveranno/diversificheranno, ma credo di avere ancora tanto da percorrere con la HD-1.

Quando parlo di suonare senza cuffia mi riferisco al fronteggiare:
-le differenze con un set acustico (come hai giustamente osservato anche tu, è necessario avere una Buona amplificazione per avvicinarsi ad una “ricostruzione acustica”)
-l’esperienza di suonare in gruppo (la cuffia ti vizia e ti da un senso di sicurezza, di isolamento, suonare anche con un solo altro amico è tutto un altro paio di maniche).
Per certi aspetti le due cose sono legate tra loro.

Mi dispiace per le note mancanti, ancor più per le carenze Roland-Boss, purtroppo ci sono tantissimi esempi che si potrebbero portare in cui l’economia non persegue la felicità dell’individuo… è un discorso che si fa lungo!

A presto Ezio

ps: impreca pure se ti va, lanozionedeltempo è uno spazio di tutti noi!

10 11 2009
sXe

Ciao Fabio,
io ho acquistato da qualche mese la Yamaha DTXplorer, e ho iniziato a suonarla praticamente dal nulla (conta che sono un ragazzo di 16 anni).
Ora che sto affinando la tecnica della cassa, vorrei provare ad usare il tanto agoniato doppio pedale, e da qui sorge la mia domanda: per averlo a disposizione cosa devo fare? Ho provato ad impostare il pedale del hi-hat, ma ogni volta che lo uso, ho il problema che il charleston si apre e si chiude, mentre dovrebbe rimananere fermo, o apero o chiuso!
Grazie in anticipo per la risposta.

10 11 2009
fabio

Ciao, purtroppo non posso esserti di grande aiuto perché ho una Roland e non so come sia gestita quella funzione sulla Yamaha.

Ad esempio sulla HD-1 è implementata per mezzo di un kit alternativo che ti fa usare il pedale del charleston come un secondo pedale per la cassa e mantiene il charleston sempre aperto. Un “workaround” diffuso è quello di collegare la batteria ad un computer con l’uscita midi e caricare un altro kit via software, con il charlestone chiuso.

Per quel che riguarda la DTXplorer non ti so dire!

Ci sentiamo,
fabio

10 11 2009
sXe

Grazie mille lo stesso Fabio, vedrò cosa riuscirò a fare.

10 11 2009
fabio

Prego, figurati!

A presto.

23 11 2009
DarioS

Vorrei solo dare prezzi indicativi relativi alla TD20KX che non costa €.2.500,00 ma bensì €.6.600,00 (a listino) e con un buono sconto la si porta via ad €.5.700,00.
Su quella cifra (circa poco di più scontata) si trova la TD12.

Ciao a tutti

10 12 2009
Ezio Roma

-TD20KX circa 6.500 €
(è una TD20KW con piatti-centralina color argento, scheda di espansione da 300 € già integrata, stand più elegante con cavi connessione argentati dentro e trasparenti fuori= meno visibili, pad cassa nuovo 14″, colore pad tamburi intercambiabili, altro: vedi td20kw)

-TD20KW circa 4.500 €
(doppio sensore su rullante-tom-piatti, triplo su ride, hihat VH12=doppio piatto, positional sensing=adatta suono in base al punto della pelle-piatto ride colpito, riesce ad estrapolarlo, permette uso spazzole, 4 ingressi x pad aggiuntivi doppio sensore)

-TD12KW circa 2.500 €
(doppio sensore su rullante-tom-piatti, triplo su ride, hihat vh11=unico piatto ma supporta il 12, positional sensing=adatta suono in base al punto della pelle-piatto ride colpito, riesce ad estrapolarlo, 2 ingressi x pad aggiuntivi a doppio sensore, meno tom e più piccoli della td20)

10 12 2009
Ezio Roma

Fabio, sto per scambiare la mia acustica inutilizzata da 3 anni con una TD3Kw :o)
(caratteristiche mi sembrano le stesse della TD4 attuale, anche se lo stand è orribile): proverò i nostri CY5 lì sopra e vedremo se veramente hanno il doppio sensore (il nostro rullante non ha doppio sensore, per colpo su pelle e bordo, come il pdx-8 vero; l’ho smontato, è uguale esteticamente ma monta un solo sensore).

10 12 2009
Ezio Roma

-TD9KX circa 1.700 €
(doppio sensore su rullante-tom-piatti, triplo su ride, NO positional sensing, supporta VH11 ma NON il 12, 2 ingressi x pad aggiuntivi)

-TD9K circa 1.300 € ha pad tom in gomma

-TD4KW circa 1150 €
(doppio sensore per piatti-rullante, NO x tom, nuovi pad mesh pdx-8 e 6 pollici, supporta VH11 e ride triplo sensore,funzioni di allenamento, ovviamente meno kit di batteria dei modelli più blasonati, ma comunque diversi effetti applicabili, sia di ambiente che di tuning virtuale, es sordina etc, un ingresso utilizzabile per passare al ride triplo sensore)

-TD4K circa 950 € ha pad tom in gomma

-TD3KW circa 750 €
(le funzioni mi sembrano le stesse della TD4, anche se lo stand è più “brutto”, non supporta il VH11 e il triplo sensore ride, anche se è possibile ottenere il suono diverso suonando forte o piano, un ingresso a doppio sensore per 2° crash)

TUTTE SUPPORTANO IL Choke (stop con mano) sui piatti almeno CY8 (CY5 non lo supporta)

10 12 2009
Ezio Roma

non conosco le caratteristiche invece delle vecchie TD6 e TD8 (e cosa non è supportato rispetto ai modelli 9 e 12 più recenti)

10 12 2009
Ezio Roma

spero di non essere stato troppo pedante, ma.. magari può servire a chi si sta appassionando ai vari modelli Roland, come me.
Se vi sono errori od omissioni…
Se interessano metto anche le caratteristiche dei vari PAD :o)
Un saluto a tutti

10 12 2009
Ezio Roma

-HD-1 circa 600€
(tutti i componenti, pad e piatti, sono a sensore singolo; il rullante, anche se sembra il pdx-8, non lo è; stand elegante per essere un modello base)

Se dovessi consigliare un acquisto ora, dopo aver avuto esperienza diretta…
consiglierei di acquistare le ultime td3 nuove ancora in circolazione, costano appena poco di più dell’HD1 (750 contro 600) ed anche se hanno uno stand non elegante come quello della td4 (950), hanno grosso modo le stesse funzioni (lo stand nuovo da solo costa circa 180€).

11 12 2009
fabio

Ottimo lavoro Ezio, quante info!

Ma la HD-1 la terrai comunque?

12 12 2009
Ezio Roma

no, la vendo, 2 elettroniche sono troppe :o)

confermo che i piatti dell’hd-1 hanno un solo sensore, non sono dei veri CY5 (infatti, come per il rullante, hanno un adesivo con scritto “for use with hd-1 only” sotto: comprando singoli pezzi usati occorrerà fare attenzione, non ci vuole molto a staccare l’adesivo)

Fabio, ho provato oggi la TD3 e produrre un suono diverso, colpendo il bordo o il sopra di un piatto, aumenta molto il realismo, specie sull’hihat (si produce quel suono dei 2 piatti che si spostano appena strusciando tra loro: non è il colpo secco che si otterrebbe colpendolo sopra chiuso, nè quello a piatto aperto, nè quello prodotto dal pedale, è un altro suono!).

L’HD-1 ha una enorme eleganza, ma confermo che dovendo acquistarne una nuova, la TD3 a 750 € (finchè se ne trovano) conviene: anche i suoi 32 kit danno molta più soddisfazione.

Quando ci sarà solo hd-1 e td4 la differenza di prezzo (600 e 950, quasi il doppio) spingera molto ad iniziare con una hd1. Lo dico a beneficio dei lettori. :o)

12 12 2009
Ezio Roma

Comunque ho dei dubbi sulla durata del pedale kick sull’hd1, mi sembra che dopo 6 mesi di utilizzo intensivo (1h media al giorno) la sua sensibilità sia diminuita (devo metterci più forza e colpirlo più in punta).
Già avevo avuto dubbi quando vidi un annuncio di una batteria con pedale rotto… mi sarò fatto condizionare?

12 12 2009
fabio

Nuovamente, grazie per la condivisione di esperienze! Ti ho mandato una mail all’indirizzo che lasci per commentare l’articolo, poi fammi sapere :-)

15 12 2009
Ezio Roma

Comunque la td3 sarà molto superiore con i doppi sensori ed i suoi kit, ma i pregi dell’HD1 sono l’eleganza (notevole, specie accostata al suo ampli) e la silenziosità impareggiabile: ci puoi suonare fin quasi a mezzanotte senza disturbare vicini (confinanti o sottostanti).

Invece con la TD3… il vicino sottostante mi ha citofonato alle 23 di domenica pregandomi gentilmente di smetterla perchè doveva alzarsi presto e stava andando a dormire, il confinante mi ha confessato che credeva l’avessi spostata nella stanza adiacente alla sua camera da letto, per quanto la sentiva più forte. Fortunatamente sono anche amici e non mi hanno aggredito. :o)

Io gli ho spiegato il motivo e li ho rassicurati che sto comprando usati i 4 pad in pelle mesh (3 tom e 1 cassa) della TD12 (500 euro usati!!!! 800 nuovi!) per tornare alla silenziosità precedente (ed anche di più visto che l’HD-1 ha comunque pad in gomma, anche se più silenziosi della td3, questi sono in pelle mesh!) e non rinunciare a suonare nelle poche ore libere dopo cena. Uomo avvisato…
Un saluto ai batteristi…

18 12 2009
cristiano

Ciao a tutti,anch’io ho bisogno di una batteria elettronica sopratutto per esercitarmi a casa e dopo mille dubbi la mia scelta è caduta sulla roland hd 1 che ho trovato usata a 430 euro con 6 mesi di vita. Lo scelta anche leggendo tutti i vostri commenti e spero di aver fatto una buona scelta,ora sò dove chiedere se avrò qualche dubbio,per esempio uno lo ho già,on ho capito se si può escludere l’hi hat e usare il pedale come un’altra cassa,mi potete spiegare meglio….ciao

18 12 2009
DARIO

Io possiedo una TD20KX ed ha un suono e delle performance che sono spettacolari. A parte l’estetica, la TD20KX ora in produzione (KW con rack nero ecc. non viene più commercializzata), offre una gamma infinita di possibilità di trovare le proprie sonorità con grande semplicità. Nell’utilizzo dal live (concerti ed esibizioni) non ha nulla da invidiare alle acustiche anzi …
Per il live l’unico “accorgimento” sta nell’utilizzare piatti veri.
Ciao
Dario

18 12 2009
fabio

Ciao Cristiano, sì è possibile: l’hi hat rimane aperto e il suo pedale funge da secondo pedale per la cassa. Se vuoi doppia cassa+hi hat chiuso devi collegarla con un cavo midi ad un pc o un’altra periferica che elabori il suono al posto della centralina dell’HD-1.

19 12 2009
cristiano

Ok,grazie fabio,non vedo l’ora di portarla a casa e provarla,dovevo farlo oggi ma dato condizioni climatiche ho dovuto rimandare,sich…….

19 12 2009
fabio

Prego!

20 12 2009
fabrizio

Ciao a tutti, oggi ho montato l’HD1 e mi è mancato un pò di volume in cuffia!non sono riuscito a sentire ipod come base …è un problwema di cuffia…mah
Aspertto qualche consiglio! Grazie!

21 12 2009
Ezio Roma

mmm… cambia cuffia :o)

21 12 2009
Ezio Roma

io utilizzo una cuffia HP da 30 euro con microfono e pieghevole, presa da mediaworld, auricolari fantastici e pompano molto ma struttura cede facilmente e si rompe presto (parte pieghevole dell’archetto rotta, gli ho poggiato una staffa di metallo ed ho bloccato e ricoperto completamente con nastro isolante fino all’auricolare).

29 12 2009
manu

ciao, chiedo a chi di voi ha la hd-1 se selezionando il preset n.3 il secondo pad partendo da sx vi suona solo al centro o il suono viene prodotto su tutta la superficie del tom..vorrei capire se è cosi di default o è la mia batteria che ha questo problema.grazie mille

10 01 2010
fabio

Ciao Manu, ti consiglio di regolare bene il volume e ascoltare con attenzione: il suono “periferico” del tom destro (escludendo il floor tom, o timpano) nel terzo kit è un suono un po’ “piatto”, come di una pelle che vibra poco. Un po’ come prendere uno djembe e suonarlo vicino ai bordi.
Se non ne sei convinto puoi provare -magari usando un paio di buone cuffie- a picchiettare sul bordo del tom prima a batteria accesa e poi spenta. Se nemmeno così riesci a sentire un suono, probabilmente c’è qualche problema nella batteria.
Spero di essere stato comprensibile, se hai ancora dubbi non esitare a scriverci!

31 01 2010
Saverio

Ciao sto meditando tantissimo di comprare questa batteria perchè io sono un principiantissimo e avevo acquistato per una fesseria una ion audio che quando l’ho presa ho pensato “figata” ma in realtà fa schifo. Dato che non voglio spendere tanti soldi perchè comunque suono per divertirmi volevo comprare questa qui che è anche piccolina. Ma quindi non è preamlificata?? Posso ascoltarla solo con le cuffie? sigh. Ti volevo anche chiedere cosa ne pensi dei pedali perchè sono il mio dubbio più grosso… non so dalle foto mi sembra che sono di plastica e non vorrei si rompessero perchè poi come fai?? Comunque la dtx-explorer costa simile però se non sbaglio, ma potrei, il pedale non è incluso nel prezzo. E poi il charlestone fatto come pad… mi lascia perplesso perchè ci sono tantissime batterie anche molto scrause che hanno piatti simil veri a prezzi anche inferiori. I pad per i tom come sono? Rumorosi? Mi piacerebbe provarla, io sto a Milano, chissà se qualcuno di voi sa dirmi qualche negozio dove sentire com’è…

31 01 2010
manu

ciao, di sicuro la puoi provare da kf..trovi facilmente il riferimento del negozio on line così ti togli tutti i dubbi e la provi

31 01 2010
fabio

…e si può usare anche senza le cuffie! Io la collego ad un amplificatore a cui sono collegate delle casse.

Ci sentiamo!

5 02 2010
Saverio Vescio

Ma lo speaker ce l’ha? O devo per forza amplificarla? Cioè se suono la sento senza le cuffie?

5 02 2010
fabio

No, non è incluso.

16 02 2010
Ezio Roma

Saverio, i pedali sono in metallo, e fanno il loro dovere. Non c’è batteria elettronica Roland più silenziosa! Per iniziare va benissimo.
Poi se ti accorgerai che avrai imparato e vorrai migliorare ancora, ci sono vari modelli.
Almeno non rischi di rivendere un prodotto costosissimo dopo appena 2 mesi, come vedo in molti annunci. Non si spendono 4.500 euro per una TD20 per rivenderla a 3.700 dopo un mese!!pazzi!!
Se rileggi i post vedrai poi che scrissi che una TD3 usata costa poco di più ed è superiore, ma i suoi pad sono più rumorosi!
Per ovviare ora personalmente uso una TD3 (600€ usata+pezzi di una TD12: 3 tom e cassa per 500€ usati).

Fabio ora sto così: http://www.tresettisti.it/varie/TD3.12.jpg ed in (trepida)attesa di sgabello Tama HT741+ Pedale DW9000 nuovi da 450 euro totali.
Aiuto, fermatemi!
Se non fosse per lo spazio che mi manca in casa, mi comprerei la TD20!

17 02 2010
fabio

Oh che graziosa! :-D
Occupa pochissimo spazio anche con questo setup!

24 02 2010
Gianfranco

La hd1 ha una grande trasportabilità – io la smonto in 5 minuti, la metto nel bagagliaio dell’auto – premetto che il bagagliaio è piuttosto piccolo – e la porto a casa di un mio amico tastierista. Poi la rismonto e me la riporto a casa. Questo è meravilgioso.

25 02 2010
Giada

Ciao! io posseggo già una batteria acustica a casa, ma pochi giorni fa ne ho provato una elettronica.. sinceramente non mi sono mai piaciute, ma mi sono dovuta ricredere…è troppo divertente suonarla!! Così ho trovato un’HD1 usata poco, a 250euro..che ne dite? volevo sapere cosa danno in dotazione e se bisogna aggiungere qualche pezzo.. Grazie!!! ps magari rispondetemi x mail. Giada

25 02 2010
fabio

Ciao Giada! :-)

Ti consiglierei di (provarla bene e) prenderla al volo, per quel prezzo!

È tutto compreso a parte sgabello, bacchette e cassa-monitor (la puoi collegare anche ad altre casse oppure usarla in cuffia).

25 02 2010
Gianfranco

Mi sembra troppo basso il prezzo 250 euro – non vorrei che ci fosse dietro la sola. Fai attenzione.

25 02 2010
fabio

Concordo. So che hai esperienza con la batteria quindi ribadisco: provala bene! Ogni singola funzionalità.

3 03 2010
roby

ciao a tutti…
per tutte le preziose informazioni… io chiedo se qualcuno gentilmente mi può indicare le misure orientative della dtxplorer aperta lxhxp
grazie
roby

7 03 2010
Riccio

Io ho l’HD1 e mi trovo molto bene per lo studio, però se devo essere sincero, il kit con il doppio pedale non mi soddisfa per niente… Qualcuno sa se esistono delle schede di espansione dei suoni che posso usare con l’HD1?

8 03 2010
Saverio Vescio

Puoi pluggarla al pc ed utilizzare EZDrummer

8 03 2010
Riccio

Non c’è altro modo? xkè con il pc che mi ritrovo non so che risultato posso sperare… ci proverò… Grazie!

12 04 2010
francesco

ho comprato da poco una batteria hd1volevo sapere in parole povere, molto povere vista la mia carenza nel settore, come posso cambiare i suoni dei vari elementi della batteria, per adesso vi ringrazio e mi raccomando… in parole povere anche perche’ ho letto tutti i commenti e mi si e’ creato un casino celebrale pazzesco

6 05 2010
fabio

Ciao, se avete problemi di suono con il pedale della cassa o del charlestone (ad esempio perde i colpi, non suona a bassa intensità-volume), qui trovate un piccolo how-to che ho scritto (con tanto di fotografie) per risolvere in maniera semplice ed economica.

Eccovi il link: https://lanozionedeltempo.wordpress.com/2010/05/05/perdita-di-suono-dei-pedali-della-roland-hd-1-una-soluzione-semplice-ed-efficace/

21 05 2010
Roger Taylor

Ciao a tutti.
Vorrei comprare un hd1 e usarla prevalentemente con ezdrummer per le mie produzioni musicali.
Vorrei capire una cosa: ezdrummer si interfaccia automaticamente all’hd1?
mi spiego meglio: fatti i dovuti collegamenti midi e lanciato il software cosa devo fare? devo mappare i suoni? sono già mappati di default? Posso creare dei miei kit?
Grazie, fatemi sapere!

21 06 2010
Ugo

fate schifo tutti quanti è molto meglio una betteria normale di quelle cose moderne tutte elettriche che mi fanno venire il disgusto della tecnologia!!!!

21 06 2010
DARIO

Caro Ugo,
al di là dei modi “beceri” di esprimersi, soprattutto quando ci si rivolge al plurale e non in una conversazione privata, bisogna sempre considerare che non esistono solo le acustiche ma anche le elettroniche professionali. Io possiedo sia una batteria Gretsch che un Roland TD20KX.
Ti assicuro che è una batteria come la mia (strumento per altro usato dagli UB40) ha delle performance eccezionali. Convengo che con batterie elettroniche di “base” non si riescono ad ottenere grandissimi risultati. Considera il fatto che non tutti hanno una casa senza vicini e che abitano da soli tanto per non rompere i timpani a nessuno ed in “qualsiasi” orario. Tieni presente anche una cosa che in molti locali oramai per un fatto legato ad orari imposti sul rumore, preferiscono gruppi che suonano con batterie elettroniche perchè regolabili nel volume. Ogni cosa ha il suo pro e contro. Ribadisco che suonare su una acustica è un altra cosa ma non per questo disdegno l’elettronica per le sue grandi qualità, almeno la mia …
Ciao Dario

6 07 2010
dariofio

cosa dite della alesis dm5 pro kit? grazie

1 08 2010
Federico

Ciao ragazzi. Sto per acquistare una Roland HD1. Vorrei sapere se però c’è la possibilità di montarci il doppio pedale! grazie a tutti!

2 08 2010
fabio

Ciao Federico, come puoi osservare anche dalle foto, i pedali sono fissi e non hanno il battente, e la centralina dell’HD1 non è espandibile con altri componenti e trigger.

Però è presente un drum kit che ha il doppio pedale per la cassa (il secondo sta sul pedale del charlestone, che rimane aperto), e nessuno ti vieta di utilizzare la batteria come un controller assegnandoci via computer (o Expander ecc.) altri suoni.

Ci sentiamo,
fabio

5 08 2010
Ezio Roma

Ciao Fabio,

volevo augurarti Buone Vacanze. Non mi sono dimenticato di te, che ringrazio per avermi dato lo spunto per ricominciare a suonare la batteria, dopo 3 anni di inutilizzo dell’acustica (su cui avevo appreso pochissimo), comprando questo “giocattolino”.
L’HD-1 la consiglio a tutti. Grazie a questo prodotto ho riscoperto il gusto di suonare, potendolo fare in appartamento, ho appreso tantissimo ed ogni giorno miglioro.
E’ il set più silenzioso (tra i Roland, altri non ho esperienza diretta) che possiate trovare. Se i vicini si lamentano per la vostra HD-1, siate generosi: un vaffa non si nega a nessuno :o)

Poi io sono andato anche troppo oltre; Fabio, ora sto così (tutti pezzi usati, spesa raggiunta ormai di 2.200 euro+450 tra pedale e sgabello), un mix tra Td3 e Td12:


Io però già sapevo di avere passione per questo strumento.
L’HD-1 permette di scoprirlo senza spendere cifre esagerate, poi si trova anche usata; qualcuno la vende a poco magari perchè pensa si stia rompendo il pedale, ma grazie alla tua guida ora sappiamo che si può sistemare.

Avevo iniziato a stilare un articolo per spiegare il funzionamento di tutti i modelli delle Roland, ma non ho mai tempo. Lavoro, suono dopo cena, frequento un forum di batteristi e sogno entro un paio di anni di passare ad un set più bello, costruito su misura (artigianale), meno costoso e qualitativamente pari ai pad Roland (il mio rullante è un loro prodotto) ma poco conosciuto:
http://www.diamondelectronicdrums.com/
ho scoperto che esistono anche
http://www.drum-tec.de
http://jobekydrums.co.uk/
che vendono set preconfezionati ma aperti alla personalizzazione, ma mi rivolgerò a Dave di Diamond per il mio futuro set.

Un grande abbraccio a Fabio ed un saluto a tutti.

5 08 2010
fabio

Grazie mille per i complimenti Ezio, le persone come te (e per fortuna non siamo ‘così’ pochi) sono uno stimolo continuo verso il bene (quello vero, credo), e mi fanno capire l’importanza della condivisione.

I set Diamond li avevo visti qualche tempo fa (sfortunatamente non credo di averli mai sentiti dal vivo) e sembrano davvero bellissimi.

Ti faccio i complimenti per il tuo strumento (in evoluzione!) e ti auguro buone vacanze anche a te.

Se vuoi scrivere qualcosa o diffondere il sito, sei sempre il benvenuto.

A presto,
f

4 09 2010
marco

vorrei sapere se l’hd1 può essere utilizzata per un concerto e se posso aggiungere dei pezzi come un altro piatto

4 09 2010
marco

inoltre sono indeciso tra l’acquisto della yamaha e quello della roland. Leggendo i commenti molti preferiscono la roland. Sono stato però da solimeo che non trattava l’hd1 ma la yamaha. Parlando con il venditore lui mi ha consigliato la yamaha perchè ha detto che la roland in realtà è un giocattolino. Non so che fare .

Aiutatemi!!!!!! Potete rispondere a tutte e due le domande? Grazie

7 09 2010
Ezio_Roma

E’ un giocattolino evoluto e costoso, che da le sue soddisfazioni e va bene per iniziare. Magari se la collegassi ad un pc (via midi) troveresti dei software che ti danno suoni molto realistici.
Io per esperienza diretta ti consiglierei una Td3 usata se riesci a trovarla. Le Yamaha le conosco poco.

7 09 2010
Ezio_Roma

PS: non si possono aggiungere altri pad/piatti

8 09 2010
marco

adesso sto pensando di puntare su una td4k nuova oppure ad una yamaha dtxpress iv standarda. La roland costa 990 manca però il pedale cassa quindi cercherò di farmelo includere

1 10 2010
Patrizia

Ciao, ho letto con interesse quanto hai scritto. Molto preciso.
Mia figlia ha una batteria elettronica della Yahama con il classico pedale della grancassa (?) che, vibrando, infastidisce la tizia di sotto. Abbiamo messo un tappeto ma non serve a niente.
Una domanda :
– ho sentito parlare del pedale “da camera” ma non ho idea di come funzioni. E’ davvero molto meno rumoroso o vibrante e servirebbe a qualcosa rispetto al tappeto ?
Grazie

1 10 2010
fabio

Ciao, non ho mai sentito né provato questo pedale… mi spiace.

Comunque sul web trovi tante scuole di pensiero e espedienti pratici sulla riduzione delle vibrazioni al pavimento, ti consiglio di cercare e provare tu stessa.

Personalmente, uso un tappeto gommato tipo quelli da campeggio per la tenda.

5 12 2010
Carlo

Grazie a tutti

12 01 2011
Michele

Salve a tutti.Non so se la troverete utile,ma riporto la mia esperienza personale.Come la maggior parte di voi abito in appartamento,ma la voglia di suonare la batteria è sempre stata tanta ed alla fine ho preso la batteria qui recensita.Dopo un anno di cazzeggio ho iniziato a prendere lezioni da un famoso jazzista romano:il primo anno è volato via senza intoppi,il secondo i miei progressi si sono fermati,soprattutto suonando con il gruppo mi sono accorto che suonare sull’acustica era sempre più difficoltoso,ero troppo abituato al “feeling” dell’elettronica.A detta del mio maestro la colpa è proprio dell’elettronica,determinate cose (soprattutto veloci ed intricate) su di essa non possono essere riprodotte con precisione (nemmeno sui modelli di fascia altissima) e quindi m’ha consigliato di suonare almeno il 60% del tempo su di un’acustica,cosa al momento impossibile.In pratica m’ha sconsigliato stesso lui di andare a lezione,avrei solo perso tempo…credo sia stato molto onesto!

Insomma,la batteria elettronica va bene per iniziare,può essere un complemento allo studio dell’acustica per sfruttare orari in cui non si può far casino,ma suonare solo su di essa alla fine è deleterio,anche perché per suonare bene l’acustica è al momento fondamentale,così com’è importante saper accordare e avere una discreta tecnica sui piatti veri,non quelli in gomma.Bé,poi tutto dipende da dove si vuole arrivare…io come detto mi sono in parte pentito dell’acquisto,ho venduto tutto e ho acquistato…una bella chitarra :) sarà pure meno divertente,ma almeno si può studiare in tutta tranquillità!

12 01 2011
DARIO

E’ in parte vero quello che dici sul suonare una elettronica od una acustica. Non credo sia così “limitativo” con prodotti di fascia alta il poter fare didattica o suonare su un palco.
Unico vero “neo” delle elettroniche sono i i piatti che non hanno certamente tutti i range di suoni di un piatto vero. Per il resto non credo ve ne siano di limiti veri e propri.
Ho visto una dimostrazione fatta da Omar Hakim in qualita di endorser per Roland con una TD20KX e ti assicuro che ha tirato fuori qualsiasi cosa da quella batteria, come del resto ci suonano gli UB40 da una vita.
Il tuo discorso si basa molto sull’aver usato prevalentemente (credo …), una batteria di fascia bassissima come l’HD-1 prodotto veramente dilettantistico della Roland. Divertente sicuramente ma pur sempre una base che può avere un senso per chi ci mastica di batteria e deve provare dei pezzi senza scassare le orecchie ed altro al vicinato; non per chì ha velleità da batterista che inizia senza alcuna tecnica.
Per quello ci sono i pad in gomma per gli esercizi e le acustiche oppure bisogna mettere mano alla tasca e spendere per (almeno) una TD12KX.
Un pò come voler suonare con un set di piatti da 150 euro quando un bel raid ne costa da solo dai 350 ai 500 euro, un HH di fascia alta ne costa 400; è come suonare i coperchi delle pentole e pretendere di avere dei bei suoni e chissà quali sonorità,
non suonano, fanno “rumore”.
Mio modesto avviso …
Ciao
Dario

13 01 2011
Michele

Dario ma infatti dipende dall’uso che se ne vuole fare,non ho detto che le elettroniche sono “il male”.Però nemmeno si può spendere certe cifre per la td20 quando poi per suonarla live bisogna avere un impianto decente per amplificarla.Sono due strumenti simili ma comunque con differenze sostanziali di feeling,il problema sono le pelli mesh ed i pad che condizionano pesantemente il tocco perché hanno risposte diverse da quelli veri.Ed infatti i miei studi di tecnica si sono bruscamente interrotti,soprattutto lo studio delle ghost notes,delle dinamiche e del pedale cassa (io avevo sostiutito quello di serie con un pedale tradizionale e relativo sensore con mesh head della td12,il feeling era comunque diverso),volevo solo specificare che se la propria intenzione è quella di suonare sull’acustica e di farlo bene si può solo comprare…l’acustica!Magari afficancandola all’elettronica,ma suonando SOLO sull’elettronica (qualunque sia) i progressi sull’acustica saranno sempre condizionati.Trovandomi in questa situazione me ne sono accorto quasi subito e ne ho avuto conferma dal mio maestro…non credo di aver detto falsità

Si può benissimo iniziare una carriera professionistica da batteristi elettronici,il problema è che per ora il 99% delle batterie in sala prove/studio di registrazione/locali sono acustiche,il che vorrebbe dire che si dovrebbe viaggiare con tutta la strumentazione dietro (batteria e amplificazione)

14 01 2011
fabio

Ciao, i vostri commenti sono molto utili e interessanti, grazie per il contributo!

Secondo le mie modeste esperienze, è bene avere chiaro fin dall’inizio che la batteria elettronica e la batteria acustica sono effettivamente due strumenti musicali diversi (come accade per molti altri strumenti acustici e le loro controparti elettriche: pianoforti, chitarre…) e quindi scegliere e orientarsi di conseguenza.

Ci sentiamo!

14 01 2011
DARIO

Tutto quanto hai detto è vero.
Io suono e provo normalmente sulla mia TD20KX alla quale ho aggiunto altri due piatti ed un rullante (spesa non da poco …).

Ho un feeling molto forte con questo strumento tarabile e configurabile in tutto come una acustica. Ho anche una batteria acustica Gretsch che aimè suono poco in confronto all’elettronica sulla quale suono tutti i giorni mediamente dalla 2 alle 3 ore alla sera.
Ripeto il neo sono i piatti e basta perchè i suoni “gost” si fatto tranquillamente come su qualsiasi rullante in legno.
E’ evidente che i rimbalzi sull’elettronica sono maggiori ma quando ritorno a suonare sull’acustica, mi bastano 10 minuti per abituarmi e “resettare” i polsi.
Come dichiarato da Omar Hakim, lui suona molto in sala di registrazione con la TD20KX perchè glielo richiedono quindi non è una norma il dover suonare con l’acustica, moltro spesso sono le situazioni ad imporlo come quelle dei locali dove suoni nel richiederti livelli di suono gestibili che ti fanno optare per una elettronica.
Secondo me, sono entrambi bellissimi strumenti ammesso e non concesso che si usino strumenti professionali e con la consapevolezza che ognuno dei due strumenti ha pregi ed limiti …
Come dici tu difficilmente o per nulla troverai una elettronica in una sala prove quindi o te la porti o ciccia. Se hai uno spazio a casa puoi sempre fare come noi che suoniamo tutti in cuffia (fondamentale avere cuffie serie come le Allen&Heat Xone XD53 ad es., altrimenti è un delirio …), con risultati da sala di incisione in quanto tutti suoni sono in digitale!
Ciao
Dario

3 02 2011
Fefo

La roland hd-1 nuova a 550 euretti, non c’è bisogno che che tentate di convincermi a comprarla, lo faccio!
Due dubbi mi assalgono:
1° Senza cuffie e non amplificata non si sente niente?
2° (domanda da un milione di euro) Le bacchette sono comprese nella confezione?

Fefo

3 02 2011
fabio

Ciao Fefo, sì, la devi usare con le cuffie oppure collegarla a delle casse esterne (è presente un’uscita jack, e in commercio si dovrebbero trovare varie casse monitor), e no, quando l’ho comprata io le bacchette non erano comprese (tieni conto di acquistare anche lo sgabello, non compreso).

Ci sentiamo!
f

9 02 2011
Fefo

Presa!! ora però aspetto il software abbinato sennò non so dove mettermi le mani…
Ingombra meno di quello che pensavo, fantastica!!!

9 02 2011
fabio

Vai! Buon divertimento! :-)

A quale software ti riferisci? DT-HD1 ( http://www.youtube.com/watch?v=G6wgxbS6GVk )?

A presto!

27 03 2011
mattia

vorrei chiedere se è possibile utilizzatre per una td4kx il modulo sonoro td9

28 03 2011
mattia

ho letto anche di un certo programma chiamato superior drummer 2.0 qlualcuno mi sa spiegare che cos’è, come si usa e quanto costa all’incirca?

29 03 2011
guido

Ciao a tutti, ho un gran dilemma non so se comprare td4k o hd-1
Sono batterista acustico esperto quindi la prenderei per allenarmi; soprattutto per suonare sulle basi midi cosa che nn ho mai fatto. Volevo chiedervi con il pc e un software adatto con il td4k posso fare le stese cose che sulla hd-1? nel senso che sulla hd 1 posso leggere gli spartiti mentre suono sui file midi..con un software adatto lo posso fare anche con la tdk4? esistono questi file che mentre suoni leggi lo spartito? sono facili da reperire? so poi che l’hd 1 tio coregge la precisione se compri il tutorial della roland ma ci rinuncerei volentieri in cambio delle varizioni di suoni che mi da la tdk4.

grazieeeeeee
guido

2 05 2011
Darsch

Ciao Fabio, e grazie per questo articolo, l’ho trovato davvero molto utile.
Sono un batterista che vorrebbe riprendere a suonare solo per diletto personale dopo una pausa di qualche anno dovuta al lavoro, ed ero orientato verso l’acquisto di una HD-1. In precedenza ho avuto una DTXPress in condominio, ma purtroppo potevo suonarla molto poco a causa delle forti vibrazioni del doppio pedale (arrivavano fino al quarto piano del palazzo, nonostante pedana di gomma…). Da quando è uscita, la HD-1 mi ha sempre fatto molto gola, proprio perché è pensata per un uso in appartamento.

Tuttavia ho ancora qualche dubbio.

– Sulla rumorosità dei pad mi sono messo l’anima in pace, da quello che leggo nei commenti sono abbastanza silenziosi e il suono non arriva ai vicini (mi confermi?). Poi io avevo intenzione di metterla in camera da letto, e visto che la suonerei di giorno e le stanze confinanti sono tutte camere da letto, è molto difficile che disturbi qualcuno (visto che di giorno in camera da letto non c’è nessuno :P).

– Il pedale. Ho provato di sfuggita la batteria in un negozio di musica, e non mi sembrava male, ma volevo chiederti: io suono con tallone alzato, anche doppio pedale, e spesso uso la tecnica heel-toe. Come siamo messi ad usura? Il pedale è resistente a questo tipo di sollecitazioni? Le molle resistono? So che la risposta non è paragonabile a quella di un pedale vero, ma ci si può suonare agevolmente?
Inoltre, ci sono vibrazioni che si trasmettono al pavimento durante l’uso? Consigli comunque un tappetino di gomma, o si può fare anche senza?

– La pelle del rullante è abbastanza sensibile? Considerando che userò la HD-1 principalmente proprio per lo studio del rullante, che mi dici? Resiste al tempo? Non è che dopo 1 anno di studio lo devo buttare? :)

– Per quanto riguarda i suoni, una cosa che proprio non sopporto è il fatto che nel set con doppio pedale abbiano tolto il tom centrale per metterci il campanaccio… ma io dico, ma che cavolo gli è saltato in mente!? Bah… ad ogni modo sono rassegnato, se voglio suoni diversi immagino che debba comprare una nuova centralina e collegarci in l’HD-1 in MIDI. Confermi?

– Che tu sappia è preferibile suonarla con bacchette con la punta in plastica o vanno bene le classiche di legno?

Una curiosità che ho scoperto ieri: se si possiede la batteria del videogioco “Guitar Hero World Tour” si può collegare la HD-1 tramite cavo MIDI e giocare con quella. Tutti i pezzi vengono riconosciuti correttamente!

Ti ringrazio in anticipo, un saluto!

4 05 2011
fabio

Ciao Darsch, prego!

Ti rispondo da batterista occasionale e assolutamente non professionista. I pad non dovrebbero disturbare nelle stanze vicine, tuttavia ti consiglio di usare qualcosa per assorbire le vibrazioni provenienti dai pedali. Personalmente non suono musiche tanto “pestate”, e non uso la batteria quotidianamente, quindi non ti so dare consigli così precisi su tecnica ed usura. Se vuoi suoni diversi, la centralina della HD-1 ha un’uscita MIDI: questo significa che la puoi utilizzare a mo’ di controller MIDI e i suoni non verranno processati dalla scheda audio della batteria.

Ci sentiamo,
fabio

12 05 2011
Simona

scusate..esiste un sito o un link che faccia sentire non come suona la HD1 ..ma il rumore esterno che produce quando si è in cuffia?????? in base al rumore esterno che produce decidero’ se acquistarla…..grazie mille a tutti!

12 05 2011
Sissy

scusate..esiste un sito o un link che faccia sentire non come suona la HD1 ..ma il rumore esterno che produce quando si è in cuffia?????? in base al rumore esterno che produce decidero’ se acquistarla…..grazie mille a tutti!

10 06 2011
Ezio (Roma)

E’ comunque la più silenziosa in assoluto. Consiglio però di sentirlo di persona in un negozio, e, ancor prima, di cercare su youtube un video del rumore di una qualunque batteria elettronica, per farsi una idea (ma non spaventatevi, dal vivo non è così tragica).

11 12 2011
marina

ciao! io ho una yamaha dtxplorer, ma il pedale HH non funziona molto bene! Devo tenere la punta del piede sulla quarta freccia (partendo dal simbolo yamaha in alto e procedendo verso il basso) e il piede sollevato se voglio sentire un qualche suono.. un po’ scomodo! Potete aiutarmi a risolvere il problema? Devo aprirlo? Se sì, come si fa e cosa devo modificare? Grazie!

28 02 2012
giampy

ciao a tutti ho acquistato una batteria roland t9kx volevo sapere se qualcuno di voi sa come alzare il volume, mi spiego meglio, se mandate una demo e volendo suonare il pezzo io, togliendo la batteria con il tasto mute si sente molto bassa rispetto la base.. come si alza il volume ?????
grazie g.

15 08 2012
stefano

ciao,complimenti per il tuo articolo,mi hai tolto tutti i dubbi sull’acquisto di questo strumentou.tuttavia,avrei un paio di domande da porti.la prima è se mi puoi spiegare meglio come funziona la connessione con il computer,e se il cavo usb è già compreso nel kit o è da acquistare singolarmente.la seconda è se si deve necessariamente comprare monitor o casse per suonare senza cuffie.ciao e grazie in anticipo!:-)

16 10 2012
ale

ciao! Io ho una Roland HD-3, l’evoluzione della HD-1. Devo dire che la trovo perfetta non solo per suonare in casa ma anche live. Sono un bassista-batterista e di ritmica ho una certa esperienza. Trovo che la Roland HD-3 sia un’ottima scelta. Spesso suono in sale a feste e con un adeguato impianto ampli (noi abbiamo ampli Roland fino a 100w), queste batterie vanno benissimo.
ciao, Ale

25 07 2015
volkhardobstn3

C’è da dire che la Roland e la Yamaha non sono le uniche marche sul mercato ad offrire delle batterie elettroniche entry-level [Alesis, Medeli…] … bbatteriayamaha.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: