Resoconto su Madlib e J Rocc, Milano 15 maggio 2009

18 05 2009

madlib j rocc europe tour 2009

Premessa: preferisco tralasciare una parte dell’apertura della serata e farò partire il resoconto da Bob James e i Rotary Connection in poi. Cioè dalle buone selezioni di Painè (membro de I Maniaci Dei Dischi… nuff said): batterie che bucavano la pista, funk adeguatamente spinto, un po’ di propensione all’abbassamento del pitch, il mixaggio non sempre fluido o estremamente calibrato. (Ma è anche vero che mi lascio un po’ viziare dai dj set; l’esempio cronologicamente più vicino: l’apertura di Pzzo al concerto di Daedelus del 10 maggio a Pisa, eccezionale). Painè ha aperto lo show dei due della Stones Throw con una ricetta a base di funk, non deep, ma tutto da ballare, pure in maniera piuttosto forsennata, e avrà fatto felici anche i drogati di breaks e samples di livello base-intermedio (Rotary Connection, Marlena Shaw, Deodato… e fonti per pezzi degli InI, De La Soul, Gangstarr…). Mi è piaciuto parecchio (ha soddisfatto qualche aspettativa che probabilmente avevo nei suoi confronti),  ha fatto un set organico e coerente, capace di intrattenere tutto sommato di più rispetto a Madlib. Avete letto male? Avete letto bene? Eresie? Bestemmie? Ho scritto una cosa a bruciapelo?

No, anche perché sto scrivendo “a freddo” e quindi con una certa oggettività. Ma andiamo per ordine. Prima J Rocc. Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Come diventare un Dj : piccola guida dettata da un po’ di esperienza

10 07 2008

Quando ho iniziato a mixare nel 2005 non c’era nessuno che mi indirizzasse su cosa fare o cosa comprare , quindi sono sicuro che qualche amichevole consiglio sarà d’aiuto a chi si sta avvicinando a questa favolosa passione ! Di guide e “How to” ce ne saranno sicuramente altre in giro per il Web, ma come ho gia detto in precedenza, questa guida vuole simulare una chiaccherata tra un appassionato e un neofita.

Prima di ogni cosa dovete procurarvi una buona dose di: passione, pazienza e voglia di divertirvi ! Queste sono per me le necessarie condizioni per iniziare ! Passione in quanto si deve essere sicuri di quello che stiamo per intraprendere perche’ i prezzi della strumentazione non sono dei più abbordabili. Bisogna avere pazienza perche’ come in tutte le cose della vita, anche nel fare il Dj ci vuole pratica ed esercizio. Più ci esercitiamo e piu’ prendiamo confidenza con le tecniche e con la manualità di quest’ arte . Ognuno ha sicuramente i suoi tempi di apprendimento, ma credetemi più ci si allena e si impara dai propri errori e più saremo gratificati in un secondo momento, quindi non scoraggiatevi se non capite subito come si screccia o vi accorgete che nei vostri primi mix le tracce sono piuttosto fuori tempo tra loro e i cosi detti allacci suonano sporchi o non combacianti. Pensate che io ho iniziato con un programma di mixaggio su PC e non avevo nemmeno il preascolto in cuffia! Che dire infine della voglia di divertirsi… Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: