Gilmar – EMbrionALE

5 05 2010

Embrionale

Ghemon è innegabilmente un’artista che fa parlare di sè. Non che faccia di tutto per farsi notare; è però riuscito a stabilire nel tempo un buon contatto col suo fanbase, tramite i mezzi di comunicazione sempre più disponibili. E sfruttandoli con un po’ di testa, sta riuscendo anche ad introdurre, poco alla volta, il pubblico ai cambiamenti cui lui aspira. La sua tendenza a nuove esperienze musicali ha fatto scattare subito l’accostamento a uno dei suoi idoli, Giovanni Pellino in arte Neffa, paragone forse esagerato ma che sicuramente ha delle fondamenta Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Uochi Toki – Pisa 13/11/2009

16 11 2009

Le chiese sconsacrate sono potenzialmente interessanti. Specie se consacrate a qualche altra attività. Mi capita piuttosto spesso di frequentarne una, il Cantiere San Bernardo, e così ho deciso di andare a (ri)vedere gli Uochi Toki questo venerdì 13 (a dispetto di qualsiasi superstizione, comprese quelle internazionali). Ri perché li avevo già visti qualche mese fa al Tago Mago di Massa, dopo l’inaspettata esibizione di un ottimo Samuel Katarro con le sue ritmiche vocali su dei blues stravolti e contemporanei suonati con la chitarra acustica. E venerdì mi sono piaciuti di più rispetto alla volta prima (o “alla prima volta”, è altrettanto vero).

Alle undici meno un quarto ero lì, e anche stavolta un’esibizione a sorpresa. Pensavo che l’apertura Leggi il seguito di questo post »





Millelemmi, Mr. Guido, Simone Zaccagnini – Pisa 29/01/2009

30 01 2009

millelemmimrguidosimone-zaccagnini

Per me che non lo vedevo in live dall’apertura dello Stones Throw Party (2007), è stato oltremodo piacevole ri-sentire il Morelli aka Millelemmi, stavolta sia al microfono che alle macchine (MPC e Korg Electribe, principalmente) e in compagnia dell’altrettanto bravo Mr. Guido (chitarrista, con una Gibson semiacustica), in un set che spazia dall’IDM al rap al jazz più smooth ed esotico.

Liriche ingarbugliate ma scritte con cognizione e estro, flow avanzato e abbastanza libero, interpretazione e composizione dei pezzi che si allontana dai canoni del rap (ma non è un male, anzi). Batterie riassemblate sul momento con l’MPC e triggeramenti e altre varianti tramite Electribe, inserimento di bizzarri campioni riprodotti sul momento dal giradischi (certi parevano presi da dei battlebreaks). Chitarre col delay, pezzi con l’E-Bow, escursioni dal Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: