Offlaga Disco Pax – Bachelite

26 09 2008

Ripartiamo da “Socialismo Tascabile”, perché se volessimo mischiare i primi due dischi degli Offlaga Disco Pax in un solo lungo LP non avremmo alcun sentore di discontinuità. Ripartiamo quindi da una new wave fredda, minimale e a tratti straniante sopra la quale scivolano in parallelo testi che mischiano socialismo, ricordi, racconti, fotografie di un’Italia che (forse) non c’è più e la fine degli anni ’70 in tutto il loro splendore; ma facciamo anche qualche passo in avanti, dal momento che “Bachelite” non è affatto il gemello minore di “Socialismo Tascabile”. Loro sono Max Collini, Daniele Carretti ed Enrico Fontanelli, tre mosche bianche che tentano di fare l’impossibile: raccogliere l’eredità dei CCCP, filtrare tutto nelle frequenze metalliche di un Moog e un Casiotone e smembrare il canto Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Offlaga Disco Pax – Socialismo Tascabile (Prove Tecniche di Trasmissione)

2 08 2008

Socialismo Tascabile: il titolo potrebbe già suggerire manifestazioni operaie, barricate rosse, nostalgia sovietica, celebrazioni della rivoluzione d’Ottobre, pugni chiusi, fischia il vento e bella ciao di circostanza e invece in questo disco non c’è nulla di tutto ciò. Questo potrebbe non soddisfare i pseudomilitanti di estrema sinistra che affollano i concerti di Banda Bassotti e Modena City Ramblers, ma noi beceri ascoltatori, non militanti, probabilmente anche sinistroidi ma ormai stufi di memorabilia comunisti e malinconia da quarta Internazionale, riusciamo ad apprezzare anche dischi che non suscitano pogo, sterrato e vino in bottiglie di plastica. Alla sua uscita, nel 2005, “Socialismo Tascabile” fu un piccolo terremoto nel panorama underground italiano, sicuramente una boccata d’aria fresca in uno scenario in cui intellettualoidi grigi con camicie a maniche corte e sottili cravatte nere Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: