Richard Matheson – I Am Legend

16 07 2008

<<Come out, Neville!>>

Chiunque abbia letto “I Am Legend” (“Io sono leggenda”, Fanucci Editore), difficilmente dimenticherà il grido tetro di Ben Cortman, che ogni notte striscia via dal suo nascondiglio per tormentare colui che un tempo era suo amico, Robert Neville, l’ultimo uomo della terra.

Il romanzo di Richard Matheson (per la prima volta in Italia nel 1957 – ovvero a tre anni di distanza dall’edizione originale – su Longanesi, nel 1989 all’interno della collana Urania Classici col titolo “I vampiri” e successivamente ristampato come “Io sono leggenda”, dulcis in fundo riproposto da Fanucci) è una pietra miliare della letteratura fantastica e della narrativa americana degli anni ’50, costante fonte di ispirazione per il cinema (di genere) e per tanti altri scrittori (King, furbescamente citato in copertina, è solito indicare l’autore tra i suoi maestri più importanti).

“I Am Legend” nasce tra le ombre di una sala buia al cui interno viene proiettato un vecchio film del 1931, “Dracula” (Tod Browning), l’idea è però quella di rovesciare Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: