Commenti su George Clinton & Parliament Funkadelic, Narni 29-08-2008

31 08 2008

L’astronave è atterrata anche a Narni. Lo sbarco della Mothership porta un intero cosmo di vita, groove e stile; il narratore introduce e Garry “Starchild” Shider e il resto dei Parliament Funkadelic iniziano a irradiare il Funk sulla Terra, e non c’è assessore o bancario o maresciallo che tenga: sedie abbandonate [come sapientemente previsto da noi funkateers] e tutti [..quelli che ambiscono al Funk] sotto il palco.

Una mezz’oretta dopo entra George, ed è un ulteriore putiferio. Allucinante. Sembra una figura familiare, sarà la consapevole Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Breve resoconto Here I Stay festival -terza edizione 25-27 luglio 2008

29 07 2008

Stanco [fisicamente] e felice, cerco di scrivere qualcosa sulla terza edizione di questo bel festival… La prima cosa che merita di essere citata è l’organizzazione e lo staff: sempre in movimento e col sorriso sulle labbra, organizzare bene e in maniera precisa e sempre puntuale un evento del genere [con una quantità non indifferente di artisti da seguire] non è cosa da tutti. Il clima era molto amichevole e alla mano, sia tra gli spettatori che tra pubblico e artisti che tra pubblico e staff [non sono un artista quindi parlo dal mio punto di vista, quello dello spettatore].

Un’altra cosa assolutamente degna di nota è la direzione artistica dell’evento: non mi hanno appassionato tutti i concerti [de gustibus] però è altrettanto vero che non ce n’era uno che non fosse davvero interessante. Questa è già di per sé una cosa magnifica.

Eravamo in tanti, intorno al migliaio [penso di poterlo dire con sicurezza], tra campeggiatori e pubblico venuto per una Leggi il seguito di questo post »





Erykah Badu – Lucca 08 Luglio – Vortex Tour 2008

9 07 2008

Soul che causa spontaneamente il clap, e molto più. E’ difficile trovare le parole per raccontare quello che è successo in Piazza Napoleone dalle 22 di sera dell’8 luglio 2008. In tanti non se lo sarebbero aspettato, qualcun altro forse sì, tuttavia credo che nessuno fosse realmente pronto per un’esperienza del genere.

I musicisti [batterista, tastiere/rhodes, bassista, chitarrista, percussionista, flautista, dj+elettroniche] sono i primi a salire, e suonano un po’ di buona musica per qualche minuto. Poi arrivano le 3 background vocals. Poi lei, Erykah, la analogue girl in a digital world, una regina etiope, *mancano parole adatte*, ..

Il suo portamento, la sua bellezza, la sua femminilità, il suo stile e il suo carisma mandano il pubblico in visibilio da subito. Per quel che riguarda i più scettici, credo abbiano mutato parere con le prime note che ha intonato. Penso non ci sia nulla che si possa aggiungere riguardo la sua voce, uno strumento Leggi il seguito di questo post »








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: